Utente 324XXX
Gentili medici,
come prescritto dal mio medico curante dopo una visita sto seguendo una terapia antibiotica con levofloxacina, una compressa al giorno per 5 giorni, per una bronchite acuta, trattata un mese fa con amoxicillina ma non completamente guarita. Il terzo giorno ho dimenticato di assumere la compressa all'orario consueto e l'ho presa quindi con un ritardo di 2 ore e mezza. Questo può compromettere l'efficacia della terapia? In tal caso qual è la cosa migliore da fare? Finire la terapia contando 24 ore dal nuovo orario di assunzione? Prolungare la terapia per ulteriori giorni oltre ai cinque? Non vorrei che un comportamento scorretto possa indurre resistenza all'antibiotico e quindi una cronicizzazione della bronchite. Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
gentile utente
non compromette assolutamente la terapia per un ritardo di 2 ore e mezzo; per quanto riguarda i giorni di terapia si attenga strettamente a quanto prescritto dal suo medico
[#2] dopo  
Utente 324XXX

Iscritto dal 2013
grazie