Utente 785XXX
Buongiorno
soffro di alitosi persistente da tanti anni e pur osservando tutti gli accorgimenti (filo,puliscilingua, colluttorio etc) e nonostante ho effettuato presso uno studio specialistico il test dell'HALIMETER da cui si evinceva che non ero un caso grave non ho risolto assolutamente il mio problema. Anni fa lessi su una rivista medica che esisteva la possibilita' di effettuare un piccolo intervento chirurgico per eliminare questo fastidio. Sapete indicarmi se esiste questa possibilita' ed eventualmente di che tipo di intervento si tratta? Aiutatemi perche' e' un disagio veramnente grande, non posso parlare a distanza ravvicinata .... per non parlare di baciare !!!

Grazie in anticipo
[#1] dopo  
56390

Cancellato nel 2011
Gentile Paziente,
prima di tutto bisogna capire la causa dell'alitosi.
Per esempio l'alitosi può originare da ristagno di placca batterica in presenza di dispositivi protesici, per patologie cariose, per patologie gengivali, per una diminuita produzione di saliva, per patologie della mucosa orale. Naturalmente anche in seguito a patologie delle vie aeree (faringite, tonsillite, sinusite ecc)ed intestinali si pùo avere alitosi, per assunzione cronica di farmaci, ecc ecc in realtà l'elenco è lunghissimo. Quindi per prima cosa bisogna fare una accurata diagnosi, non esiste un intervento chirurgico di elezione; ad eccezione di quelle cause di alitosi che trovano la loro soluzione chirurgicamente.
Se dal punto di vista odontoiatrico non presenta problemi consulti un otorino ed un gastroentererologo.
Distinti saluti
[#2] dopo  
Utente 785XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dr. Baiamonte,
innanzitutto la ringrazio per la solerzia con la quale mi ha risposto. Le chiedo pero', avendo gia' fatto una visita accurata in uno studio medico specializzato anche nell'analisi dell'alitosi come le scrivevo nella precedente mail e non avendo trovato soluzione che visite specifiche mi puo' consigliare?
P.S. Forse ho tralasciato una cosa molto importante dal 2000 soffro di reflusso gastroesofageo verificato anche da PH metria etc etc e di visite ne ho fatte tantissime, ma in realta' soffro di alitosi da quando ero bambina.

Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
8% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Cara Utente, già di per sè il reflusso ,alterando il PH orale, può essere causa di alitosi. Espressione anche di una incoordinazione fisiologica del sistema gastro-esofageo. Prende anche farmaci ? (suppongo di si). Da un punto di vista esclusivamente odontoiatrico, la sua bocca in che situazione è?
Aspettiamo sue notizie.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 785XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dr. Muraca,
non prendo farmaci da diversi mesi (Omeprazen) ma come espresso prima la mia alitosi era gia' molto forte anche da bambina, mentre il reflusso e' subentrato nel 2000.
Dal punto di vista odontoiatrico non ho assolutamente nulla di particolare che possa incidere cosi' tanto per di piu' ho effettuato appositamente visita medica da un dentista specializzato anche nella "cura" dell'alitosi ed ho effettauto presso il suo studio l'esame dell'HALIMETER da cui si evince che non sono soggetto grave, ma nonostante tutte le indicazioni del Dr xy (3 min di spazzolamento, puliscilingua, filo etc etc )sono sempre nella stessa situazione. Possibile che non si possa intervenire drasticamente sul problema?
[#5] dopo  
Dr. Matteo Erriu
24% attività
0% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile paziente, l'Halimeter può indicare solo la presenza delle sostanze volatili che portano allo sviluppo di alitosi ma non la fonte da cui giungono.

Lavorando già da 3 anni in un centro alitosi (dove usiamo quotidianamente l'Halimeter) le posso assicurare che spesso le cause di alitosi si nascondono dove meno ce le aspettiamo...

Anzitutto serve capire da dove viene il problema esaminando:

- PARODONTO
- LINGUA e TONSILLE (ricerca di batteri anaerobi mediante BANA test e/o PCR)
- APPARATO GASTRO-ENTERICO (presso un gastroenterologo)
- APPARATO RESPIRATORIO (presso anche un Otorino laringoiatra)
- ABITUDINI VIZIATE (per esempio se dorme con la bocca aperta)

A questo punto si dovrà fare un elenco delle possibili cause che possono essere presenti (ve ne possono essere più di una insieme). Per esempio nel suo caso abbiamo un reflusso gastroesofageo che sicuramente può comportare un peggioramento di un alitosi già presente.

Una volta individuate quindi le "possibili" cause si deve procedere alla loro eliminazione così da cercare di bloccare lo sviluppo del disturbo.

Per alcune di queste ci sono senza dubbio anche delle terapie chirurgiche (per esempio il reflusso gastroesofageo), per altre sono solo terapie farmacologiche.

Intanto le consiglio di prendere per un mese un probiotico (tipo il GUM Periobalance) che liberi in bocca dei batteri che si sostituiscono a quelli che (se presenti) possono causare alitosi.

Cordiali saluti e ci tenga aggiornati.

P.S.:posso chiederle se prima di fare il test con l'halimeter le hanno dato delle indicazioni?
[#6] dopo  
Utente 785XXX

Iscritto dal 2008
Gent.mo Dr. Erriu,
innanzitutto la ringrazio per avermi dato ulteriori delucidazioni sulla problematica. Le pongo pero'altri quesiti cosicche' io possa muovermi in maniera corretta

- I BANA test e/o PCR si eseguono solo in centri specializzati?

- L'intervento chirurgico per il reflusso (che a suo tempo mi era stato consigliato in laparoscopia)puo' essere necessario effettuarlo per l'alitosi anche se il disturbo gastroesofageo si e' notevolmente ridotto ?

- Esiste una priorita'secondo lei nella ricerca delle cause (Che so : e' meglio prima la visita dal gastroenterologo piuttosto che quella dall'otorino?)


P.S. Prima di eseguire il test non ricordo di aver ricevuto alcune indicazioni particolari (ma se lei mi puo' indicare quali, le dico eventualmente si o no)ho effettuato pero' una accurata visita dell'apparato dentario (se cosi' si dice)da cui non si evincevano grossi problemi. Una domanda pero' mi nacque spontanea, ma se io non ero un caso grave come risultato dal test, quelli gravi che girano con la mascherina? Scusi la battuta ma mi chiedevo se non ci sono cure che risolvono definitivamente il problema fare il test a che serve?

Ancora grazie di cuore

[#7] dopo  
Dr. Matteo Erriu
24% attività
0% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Allora... rispondo alle domande una per volta:

- I BANA test e/o PCR si eseguono solo in centri specializzati?

Nel mio caso le effettiuamo presso il policlinico univeristario di Cagliari, sono però certo che esistano centri simili anche nel milanese... in generale si tratta di individuare a livello orale la presenza dei batteri che possono essere causa di alitosi, gli stessi che possono venir coinvolti tra l'altro nello sviluppo delle parodontiti croniche


- L'intervento chirurgico per il reflusso (che a suo tempo mi era stato consigliato in laparoscopia)puo' essere necessario effettuarlo per l'alitosi anche se il disturbo gastroesofageo si e' notevolmente ridotto?

Non necessariamente, bisogna prima verificare se il reflusso partecipa o meno allo sviluppo del disturbo (qui sarebbe utile anche la verifica se è presente o meno l'Helicobacter pylori)


- Esiste una priorita'secondo lei nella ricerca delle cause (Che so : e' meglio prima la visita dal gastroenterologo piuttosto che quella dall'otorino?)

Non c'è una priorità a meno che non vi sia da parte sua la sensazione che un distretto possa nascondere qualche problematica particolare


Per quanto riguarda il test con l'halimeter questo va effettuato di primo mattino, senza aver eseguito per "almeno" una settimana sciacqui con colluttori ed aver evitato per 48 ore di fumare, bere alcolici o bere caffè, in assenza di tali principi la macchina tende a dare risultati alterati (falsi negativi) o comunque non riflette esattamente la situazione clinica.

In attesa di nuove notizie la saluto cordialmente

[#8] dopo  
Utente 785XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dr. Erriu,
dopo i suoi suggerimenti di ieri mi sono subito recata in farmacia, ho acquistato Listerine, ma del probiotico Gum Periobalance sapevano poco .. era presente nel computer ma la dr.ssa non sapendo di cosa si trattasse non me l'ha ordinato dicendomi di essere piu' specifica. Sono compresse ? Con che frequenza vanno prese? E il Listerine fa parte dell'igiene quotidiana o si usa per cicli di tempo?

- Nelle varie analisi di verifica del reflusso, gastroscopia, ph metria non e' stata rilevata mai la presenza di Helicobacter, ora pero' sono quasi due anni che non effettuo tali esami, mi consiglia di ripeterli ?

- Per cio' che concerne l'halimeter, l'unico accorgimento che io ricordi e' stato quello di suggerirmi di non prendere Omeprazen nei 3/4 giorni precedenti la visita e il test e' stato eseguito alle 11 del mattino. Mi consiglia di rifarlo unitamente ai test BANA e CPR ?

P.S. Mi dispiace veramente tanto che non possa effettuare visita presso di lei vista la lontananza. Io pero'ora sono appoggiata a Roma, se avesse indicazioni circa centri a cui riferirmi o colleghi professionali quanto lei sarei ben lieta di recarmici.

Grazie

[#9] dopo  
Dr. Matteo Erriu
24% attività
0% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Il GUM Periobalance è un semplice integratore alimentare (quindi non serve la ricetta) ed esiste in forma di caramelle da sciogliere in bocca o in gomme da masticare, uno al giorno per 30 giorni.

Il Listerine può essere una scelta, in ogni caso se si recherà da un dentista (meglio se parodontologo) e/o da un igienista dentale questi sapranno creare il sistema ideale per la sua igiene orale (io almeno personalizzo le istruzioni di igiene orale per ogni paziente).

Se l'Helicobacter non era presente non credo sia necessario fare ulteriori ricerche, in ogni caso una tale scelta spetterà UNICAMENTE al gastroenterologo che la prenderà in cura.

Ripetere l'Halimeter può farlo quando crede, cerdo invece che più importante sarebbe eseguire presso un centro un'analisi molecolare per individuare eventuali batteri ad "alto rischio" a livello linguale, parodontale e tonsillare (consideri che un'alitosi può essere il primo campanello d'allarme di rischio di sviluppare in futuro una parodontite).

Un'indagine che reputo molto importante credo sia invece quella di eventuali abitudini viziate (dormire a bocca aperta per esempio) in aggiunta ad un controllo presso l'otorino per escludere vizi respiratori od eventuali patologie (es. Sinusiti)...

Come le ho scritto più sopra l'alitosi è oggi un problema senz'altro complesso e molto spesso multifattoriale (per qaunto nell'80% dei casi la causa principale sia orale) e quindi a volte di difficile (Ma non impossibile) soluzione.

Cordiali saluti e ci tenga aggiornati!
[#10] dopo  
Utente 785XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno,
mi sono recata in due farmacie diverse stamattina per richiedere il GUM PERIOBALANCE come consigliato ma la prima non ha trovato il prodotto nemmeno sul computer, mentre la seconda mi ha suggerito il BIOTENE GUM (gomme da masticare )perche'del PERIOBALANCE non vi era traccia.
Sa indicarmi eventualmente la casa farmaceutica del PERIOBALANCE o se il BIOTENE ha la stessa efficacia ?

Grazie
[#11] dopo  
Utente 785XXX

Iscritto dal 2008
Scusate chiedo ancora,
invece del Listerine il collutorio Clorexidina 0,12% e' meglio ?

Grazie
[#12] dopo  
Dr. Matteo Erriu
24% attività
0% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Allora, per il GUM PERIOBALANCE faccia sapere ai farmacisti che imparino a fare il loro lavoro, il farmaco c'è, esiste e il database delle farmacie è UNICO per tutta italia.
Qui in sardegna lo procurano senza problema ordinandolo da Roma e tutti i pazienti a cui l'ho prescritto lo hanno trovato senza problemi.
Per la cronaca il BIOTENE non è un probiotico (non rilascia batteri) ma solo un intergratore che potenzia le difese immunitare.

Per quanto riguarda il collutorio se sceglie di usarne uno alla clorexidina ricordi ceh lo 0,12% non va usato per più di 30 giorni dopo i quali inizia a macchiare i denti e può dare effetto lassativo.
Un idea può essere laternare listerine e clorexidina 30 giorni e 30 giorni.

In ogni caso come già detto da me in precedenza solo una visita mirata presso uno studio odontoiatrico le permetterà di ottenere un protocollo di igiene orale casalingo personalizzato.

Cordiali saluti
[#13] dopo  
Utente 785XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dr. Erriu,
lei non ci credera' ma solo attraverso il sito dentalsmile sono riuscita a far vedere al farmacista di che tipo di prodotto stavamo parlando. Comunque, intanto provero' ad eseguire una perfetta igiene orale anche con il sussidio del Listerine e del Gum Periobalance, nel frattempo provero' ad effettuare altre visite mirate come da lei consigliato.
Non esitero' ad aggiornarla, spero' a breve, circa i miglioramenti della situazione.

Infinite grazie

P.S. Ovviamente ogni qualvolta mi verra' un dubbio o necessitero' di un consulto scrivero'!!!
[#14] dopo  
Utente 785XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno,
dopo posso recarmi per effettuare un'analisi molecolare per individuare batteri a livelli linguale, un BANA TEST o PCR a Roma o nella provincia di Roma ?


Grazie