Utente 336XXX
Gentilissimo Dott. ,
avendo problemi di colesterolo ( forse si tratta di ipercolesterolemia familiare) ho deciso di assumere un integratore alimentare a base di Riso rosso fermentato, facendolo preparare come galenico in cps da 200 mg titolato all’ 1,5% in Monacolina K (3 mg a cps). Solo che ho letto su alcune fonti scientifiche che nel lievito di riso rosso potrebbe essere presente una tossina: la "Citrinina", che è
nefrotossica. Siccome non mi fido dei farmacisti, che sono dei meri bottegai, vorrei un suo autorevolissimo parere farmacologico su questa Citrinina e sulle quantità effettive che si potrebbero assumere con 200 mg di riso rosso fermentato al dì.
Le chiedo altresì, se il farmacista mi dovesse rassicurare sull’assenza di questa mico tossina nel preparato, quali garanzie potrei esigere: scheda di sicurezza del prodotto, certificato ecc. ecc.
Poi ho letto anche che, se si ottengono risultati e si sospende l'integratore per un periodo, il fegato produrrà ancora più colesterolo in eccesso di quanto ne produceva prima che si iniziasse ad assumere questa statina naturale: Monacolina K
Nel ringraziarla dei suoi preziosi consigli che mi vorrà dare le auguro buon lavoro e le porgo deferenti ossequi.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
gentile utente
in commercio ci sono prodotti a base di riso rosso ( di cui non posso fare nomi) fabbricati da industrie farmaceutiche serie che garantiscono la sicurezza per quanto riguarda eventuali impuurità.