Utente 300XXX
Salve,

Ho 38 anni e nel Giugno 2014 sono stato sottoposto ad intervento di aneurisma aorta ascendente e risospensione della valvola nativa bicuspide.
Inoltre ho una ipertensione che viene trattata con successo con Valsartan.
Prima di allora ero molto attivo sportivamente, poi ho interrotto per circa un anno prima di effettuare l' intervento con conseguite aumento di peso, ed uno dei motivi che mi ha spinto a fare tale intervento era proprio quello di poter riprendere l'attività.

Al 2 Dicembre 2014 ho fatto un ecocardio di controllo in base al quale avrei dovuto sapere se potevo riprendere lo sport, premesso che so bene che è meglio evitare del tutto al pesistica, ma quantomeno poter riprendere a seguire dei corsi di attività aerobica e arti marziali.
l' ecocardio recita:

sezione sinistra: ventricolo d morfologia e dimensioni normali (VTD circa 110 ml; VTS 53 ml). Movimento post-chirurgico del SIV, cinesi globale conservata, ma ai limiti inferiori. FE: 51% circa. Lieve ipertrofia concentrica (SIV 12 mm)
Aorta: tubo protesico normoposto
Atrio: nella norma (DAP 36 mm, area 18 cmq)
Valvola aortica: bicuspide, conservata escursione sistolica
Valvola mitralica: nella norma
Pericardio: non versamento
VCI regolare con conservate escursioni respiratorie.

sezione destra: n.d.r.

colordoppler: E/A > 1 DT 266 msec. V max transaortica 1.9 m/sec. IM lieve. IA lieve.

La cardiologa che ha eseguito il tutto ha detto che non se la sente di darmi il via libera anche per un semplice iscrizione in palestra per fare della semplice attività aerobica alla portata di tutti, corsi di cross training o cose simili, e mi ha proibito categoricamente di poter andare in mountain bike.
Inoltre mi ha detto che si sentirebbe più sicura se facessi una test da sforzo cardiopolmonare.

Io mi sento bene o non ho problemi, i dati realmente mi impediscono di poter quantomeno iscrivermi in palestra oppure c'è un eccessivo allarmismo?

Grazie mille per l'aiuto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore
comprendo le sue ragioni, ma come non esser concordi con quanto le ha suggerito la collega cardiologa ??? le sue parole ".....quantomeno poter riprendere a seguire dei corsi di attività aerobica e arti marziali" esprimono un mancanza di consapevolezza di quel che le è stato fatto... non si può pensare di sottoporsi a un intervento per bicuspidia aortica e aneurisma del tratto ascendente perchè "uno dei motivi che mi ha spinto a fare tale intervento era proprio quello di poter riprendere l'attività" per usare le sue parole. Può sicuramente riprendere una vita normale e anche fare dell'attività sportiva lieve, ma non certo arti marziali o palestra impegnativa.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 300XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dott. Rillo, innanzitutto la ringrazio per la sua risposta.

Quando scoprii di avere l'aneurisma le scelte a cui mi misero davanti furono quelle di non farmi operare e tenere sotto controllo la cosa farmacologicamente oppure subire l' intervento e, capisco che magari ai suoi occhi la cosa può sembrare da irresponsabile, tornare a fare le attività sportive precedenti anche se non allo stesso ritmo.
Mi creda, per chi è abituato a determinati ritmi trovarsi improvvisamente costretti sul divano, come mi imposero, ad ingrassare diventa avvilente.
Ciò che io voglio fare ora non è tornare a fare le attività, a volte agonistiche, che facevo prima, me ne rendo conto, so bene che attività come pesi, mountainbike e arti marziali agonistiche sono oramai bandite e me ne son fatto una ragione, ma quello che vorrei fare è una semplice "iscrizione" in palestra per dimagrire, riprendere fiato, ritrovare un po' di conicità muscolare e, cosa importante per me, trovare quella valvola di sfogo che ho perduto.
Per quanto riguarda le arti marziali, nella fattispecie Judo e Kravmaga, ho smesso da tempo di fare gare o competizioni, e si tratta di sola attività amatoriale basata per lo più sullo svolgimento di sole tecniche e non di sforzi isometrici e simili.
Capisco che magari posso sembrare insistente o forse irresponsabile ma io vorrei solo poter fare un po' di palestra, senza troppe pretese,solo per ritrovare quello che ho perduto.

Grazie ancora per il suo tempo
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
A mio giudizio potrebbe seguire il percorso di attività fisica che ha in mente (se lo rispetta), ma comunque di questo deve parlarne con la collega che la segue e che potrà verificare di persona la sua risposta alle attività che descrive.
Saluti