Utente 366XXX
Gentili dottori spero d non aver sbagliato sezione in tal caso ritenetevi liberi di spostare la discussione nella sezione adeguata.
Durante e dopo aver effettuato una cura a base di serenoa repens per i capelli (100 mg al giorno per 2 mesi e mezzo e 325mg al giorno per 6-7 giorni) ho riscontrato un gonfiore al capezzolo sinistro che sembra essere influenzato dagli orari .è infatti più accentuato al risveglio e nelle fasi di maggiore stress psicologico(ho notato anche quando uso l'alcol etilico per disinfettarmi in punti diversi dal pettorale) . Appena il sintomo si è presentato ho subito informato il dermatologo che mi aveva prescritto la cura e ridotto le dosi di serenoa prima a 100mg poi 50 per poi interromperla.(era in programma di continuare per altri 2 mesi con 325mg ma ho interrotto quando il sintomo si è presentato,è questo il motivo della breve durata della terapia a 325mg).Ho effettuato analisi ormonali ed è risultato che appena smessa la serenoa il
testosterone era piuttosto alto(535) ma comunque nei limiti il
17 beta estradiolo 40,2 su un max di 39,8 e
la prolattina 11,7 su un max di 11
l'estrone 69 s un max di 81
Dopo un'interruzione di circa 1 mese e mezzo dalla serenoa tutti i valori(prolattina 6,6 betaestradiolo 26,3) sono ritornati nella media ad eccezione dell'estrone è aumentato a 80 e del testosterone che è crollato a circa 286,4 mentre i miei valori normali non erano mai scesi sotto 335.Il sintomo continua a presentarsi sempre più spesso anche in mancanza della serenoa e sembra aver modificato la morfologia del mio pettorale sinistro che sembra più prominente (sono anche dimagrito di 1 kg quindi è difficile possa essere dovuto ad ala dieta).Insospettito da questo aspetto ho ripetutamente effettuato ecografie sospettando ginecomastia ma l'esito è stato negativo.è presente solo una componente adiposa pari a 11mm rispetto ai 10mm del pettorale destro che a detta dell'ecografo è normale .Vi chiedo:
1)quale può essere il motivo di questo gonfiore e perché aumenta ad orari ed in condizioni particolari.
2)11mm di spessore lipidico sottocutaneo è normale o può configurarsi un'ipotesi di lipomastia/adipomastia?
3)Il testosterone basso può essere una causa?perchè non ritorna almeno ai livelli di prima dell'assunzione di serenoa?
(ho già effettuato visita endocrinologica che non ha svelato le cause.tutti i valori della tiroide sono comunque in regola)
Se tutti questi fattori sono normali perché ho un inestetismo che prima non c'era e che si acuisce ad orari?
Chiedo scusa per la lunghezza del post ed attendo vostra gentile risposta
[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

si faccia vedere da un chirurgo o andrologo chirurgo che con una ecografia potrà capire se si tratta di una ghiandola mammaria "malata" le valutazioni ormonali le ritengo non molto rilevanti
cari saluti
[#2] dopo  
Utente 366XXX

Iscritto dal 2014
Gentile dottore la ringrazio per la risposta.L'ecografia è stata ripetutamente effettuata con risultato negativo:nessuna ghiandola ingrossata/malata.
Io mi ero orientato su andrologia per via della natura variabile nel tempo dei sintomi.
Crede che sarebbe utile ripostare o spostare la domanda anche in un'altra sezione(chirurgia come lei ha suggerito)?