Utente 200XXX
Buona sera e grazie per l attenzione.
sono un uomo di 42 anni peso 86kg e alto 1.90mt non fumatore non uso stupefacenti non bevo alcolici se non un bicchiere di vino a tavola non uso farmaci se non il rinazina spray da ormai 15 anni
dal 2008 ho iniziato a soffrire di tachicardia dopo i pasti , piu che il battino veloce era una fastidiosa percezione del battito come se fosse piu potente da potersi sentire. dopo diversi anni questo fastidio si e tramutato in extrasistolia arrivando a un battito mancante ogni minuto.
il fastidio in estate e sempre piu intenso da portarmi al ricovero in prontosoccorso per due anni di fila. mi e stato riscontrato da anni un blocco di branca dx ma fino a questo anno nessuno aveva mai parlato del tratto di st sottoslivellato (di dubbio).
leggendo ho notato che molti collegano questa anomalia al blocco di branca e quindi cio non e patologico e tra virgolette normale, il fastidio e quasi scomparso tranne qualche episodio due tre volte al giorno.
l prima domanda e se veramente posso stare tranquillo riguardo al tratto di ST po volevo chiedere da un po di tempo ho dei fortissimi capogiri che si scatenano in circostanze diverse. se mi sdraio a pancia sotto e leggo un giornale tenendo la testa alzata, cambiamenti di luce, se giro la testa o se apro molto la bocca per mangiare,o se soffio il naso , anche se mi sforzo per andare in bagno. sono dei veri e propri momenti di perdita di equilibrio che possono durare anche 5 minuti, segue una sensazione di pressione alle tempie come se avessi aumentato la pressione cranica , soffro da ani di acufeni come se avessi un motore di una barca in moto nell orecchio.
la seconda domanda e se questo fastidio e da attribuire al cuore o cosa puo scatenare questo fastidiosissimo disturbo. chiedo scusa per essermi prolungato e anticipo i miei piu cordiali ringraziamenti.. grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Per la prima domanda non posso risponderle se non che non è possibile a distanza esserle di aiuto...ma se i colleghi hanno interpretato il tutto come legato al BBDx è verosimile, poichè questo problema di consuzione si associa ad alterazioni del tratto ST. Poi il sospetto di qualcosa di diverso viene anche in base alla presenza omeno di fattori di rischio e alla clinica, pertanto l'interpretazione cambia da paziente a paziente. Per la seconda domanda, gli acufeni non hanno nulla a che vedere con il suo cuore.
Saluti cordiali
[#2] dopo  
Utente 200XXX

Iscritto dal 2011
Buona sera e grazie Dr.Rillo..
io non mi riferivo al problema di acufeni bensì ai forti capogiri che si verificano in differenti circostanze..
per quanto riguarda l interpretazione del bbdx in concomitanza di sottoslivellamento del tratto di ST la cosa che mi lascia perplesso e che proprio come dice lei le opinioni cambiano da clinica a clinica e da dottore a dottore.. ma se le mie condizioni sono le stesse , un medico o un altro medico su dati be precisi dovrebbe dire la stessa cosa , invece 10 dottori 10 cose differenti...
non credo sia di aiuto al paziente, sopratutto emotivamente ..non crede?
le rinnovo i ringraziamenti per aver comunque dato una risposta...
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore quando parlavo di "clinica" non mi riferivo alle strutture sanitarie, ma al corredo di sintomi e segni che caratterizzano un paziente anzichè un altro.....Sulla differente interpretazione data dai colleghi personalmente a adistanza non posso esprimere alcuna opinione.
Saluti