Utente 366XXX
Buongiorno, è da circa un mese che avverto un fastidio, più che un dolore, presso l'area laterale del quadrante inferiore sinistro dell'addome, in zona lombare-iliaca. Lo avverto maggiormente la sera o stando in piedi e come un gonfiore, un senso di pesantezza, di pressione e di tensione in tale punto. Nello stesso luogo, alla palpazione ,inoltre, sono in grado di apprezzare come i muscoli più contratti e dei noduli o rigonfiamenti nodulari lungo questo tratto della parete addominale. Ultimamente, poi, (non so se possa essere collegato) un altro sintomo che avverto è un costante ma lieve mal di testa. Due mesi fa mi è stato anche diagnosticato un varicocele di secondo grado al testicolo sinistro, non dolente e da non operare secondo i medici; ma credo che anche questo sia irrilevante.
Comunque, dal momento che non penso si tratti di un problema superficiale, come di muscoli o tendini (non ho fatto alcuno sforzo particolare recentemente né cambiato le mie abitudini quotidiane) ,ho cominciato a sospettare si trattasse di un problema intestinale, in particolare del colon discendente di sinistra, data la posizione di rilievo della sintomatologia, ad esempio meteorismo o colite o sindrome del colon irritabile ma non ho avuto dolori specifici, cambiamenti nelle evacuazioni, anomalie nelle feci ecc. Quindi mi chiedo: di cosa si potrebbe trattare?
So che non si può dire molto senza una visita diretta ma vi sarei molto grato anche solo per qualche spunto, idea o ipotesi.
Sto cominciando infatti a preoccuparmi e a pensare che si tratti di qualcosa di grave, anche se probabilmente non lo è.
Grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
A distanza si possono fare solo delle ipotesi. In relazione al peso ed all'altezza, dichiarate nella sua scheda, lei dovrebbe essere abbastanza magro, questo spiega la possibilità, alla palpazione, di apprezzare feci dure ristagnanti nel colon-sigma(dei noduli o rigonfiamenti nodulari lungo questo tratto della parete addominale)
Una visita diretta sarà sufficiente a chiarire che cosa realmente lei apprezza alla palpazione.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 366XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille per la sua pronta risposta.
Andrò comunque presto a parlarne con il mio medico di famiglia.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Di nulla.
Se lo desidera ci tenga informati.
[#4] dopo  
Utente 366XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera, Dr. D'Oriano, volevo chiedere ulteriori informazioni: rispetto quanto da lei affermato, ma invece cosa si può ipotizzare riguardo alla sensazione di fastidio, gonfiore, tensione per quel punto dell'addome, in base alla mia descrizione (al di là della palpazione)?
E inoltre volevo domandare: è probabile che si possa trattare di una qualche forma di ernia o di un problema della parete addominale piuttosto che di un problema intestinale?
Ringrazio anticipatamente, so che senza una visita diretta non si può sapere molto ma a basta anche semplicemente conoscere in via teorica che cosa può essere collegato ai miei sintomi.
Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Ipotizzato, non affermato.
"dei noduli o rigonfiamenti nodulari lungo questo tratto della parete addominale"
Quanto da lei riportato non corrisponde alla descrizione di un'ernia.
In merito al sospetto di neoformazioni nodulari della parete: Lipomi?
Se lo desidera ci tenga informati, ma solo dopo la visita.
Cordiali saluti.