Utente 913XXX
Sono un nuovo iscritto.....e volevo fare una domanda di carattere generale. Perche il farmaci per l'impotenza (Viagra, Cialis) a volte non funzionano?
Io soffro di deficit erettivo misto (cause psicologiche ed organiche lievi) e da qualche tempo prendo Cialis. In un primo momento funzionava benissimo ora ho qualche problema..funziona una volta si due no! Perchè?
ci può essere assueffazione al farmaco?

Grazie!
[#1] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
12% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
diamo per scontato che Lei stia assumendo un farmaco, appartenente alla classe dei medicinali inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5, sotto diretto controllo medico specialistico. E che quindi assuma il prodotto correttamente, rispettandone indicazioni e controindicazioni, avvertenze e limiti.
Quello che posso dirLe è che, come certamente saprà, questi farmaci utili nella terapia della disfunzione erettile non hanno effetto alcuno se viene a mancare la stimolazione sessuale. E con stimolazione sessuale intendo, in senso lato, anche qualsiasi situazione di stress psico-emotivo che in qualche misura potrebbe avere influssi su una buona ed appagante intesa sessuale.
Lei stesso, nella mail, ha fatto forse la migliore diagnosi a se stesso, quando afferma che la Sua disfunzione erettile può avere alla base una eziologia mista, anche di tipo psicologico. Ed è in questa direzione che, secondo il mio parere, occorrerebbe indagare ulteriormente, non senza sia chiaro l'aiuto di uno Specialista nel campo della Psichiatria.
Personalmente non ho esperienza di vera e propria assuefazione durante l'assunzione di questa classe di farmaci.
Per qualsiasi ulteriore chiarimento ed informazione, nell’ovvio rispetto della Sua riservatezza e dell’Etica professionale medica, può senz’altro contattarmi all’indirizzo di posta elettronica del sito Medicitalia.
Affettuosi auguri per la pronta risoluzione del Suo problema e ovviamente per le imminenti festività di fine anno.
Cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO

(o