Utente 323XXX
Salve, mi chiamo salvo e ho 23 anni. Volevo esporre 3 problemi, non parlo col mio medico perché mi mette a disagio per cui chiedo qui. Il 1° è: soffro di eiaculazione precoce da sempre, come posso fare per curare questa patologia? Premetto che non sono allergico a niente di niente.
Il 2 problema è: dopo l'eiaculazione, se il pene viene ancora stimolato in qualunque modo (massaggi sesso orale e tutto), sento un dolore al coccige piuttosto fastidio che non mi consente di avere un altro rapporto se non prima di 1 oretta. Da cosa può derivare questo dolore? E come posso curarlo? Questo problema è sorto da poco tempo, forse da quando mi si è rotto il frenulo.
3 problema: dopo l'eiaculazione il mio desiderio sessuale sparisce del tutto, perché?
Grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la necessità di ricorrere ad un rapporto ripetuto dopo il primo,e,a volte,dopo il secondo,é patrimonio,spesso,di chi soffre di una eiaculazione precoce,da noi stimata tale quando avviene,sempre,sotto i due minuti dall'introduzione in vagina.Tale pratica può dare vita ad una sintomatologia perinatale e/o perinatale,in quanto in quella zona risiede la prostata che,producendo liquido seminale,risulta particolarmente sollecitata e,quindi,irritabile.Inoltre,sempre in quel segmento del corpo umano,corrono i nervi che modulano l'eiaculazione,l'orgasmo e l'erezione.Non esiste un rapporto con la resezione spontanea del frenulo e,il a mancato desiderio post eiaculatorio é caratteristico del periodo refrattario che,fisiologicamente,si instaura dopo una eiaculazione.Come vede,ce n'é abbastanza per contattare un esperto andrologo.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

risposta analoga ad un altro lettore oggi.
Opportunità di consultare uno specialista per verificare che non siano presenti patologie genitali, anche lievi,
maggiore consapevolezza anche la sua partner.circa i tempi e modalità dei rapporti.
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 323XXX

Iscritto dal 2013
Scusate la mia ignoranza ma non ho capito quindi cosa devo fare
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...legga perineale e perianale (non perinatale )...e consideri fortemente l'a eventualità di consultare un esperto andrologo in quanto la sintomatologia riferita potrebbe essere correlata ad uno stato patologico.Cordialità.