Utente 366XXX
Occasionalmente e piuttosto raramente, durante l'erezione, una piccola venuzza esterna superiore del pene rimane gonfia e dolorosa. La stessa verso la base del pene presenta in questi casi un piccolo rigonfiamento di sangue (pallina dura), come se il sangue rimanesse bloccato da quel punto nella vena in pressione senza poter tornare indietro causando un leggero e fastidioso dolore nel toccare la venuzza o nella masturbazione. Allo sparire dell'erezione tutto torna normale e il problema sparisce per alcuni mesi finchè non si ripropone. Immagino che non sia grave, il problema è molto ridotto nella frequenza, ma sarei curioso di sapere di che si tratta e come si interviene e quando. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,probabilmente si tratta di una microtrombosi di una vena superficiale che non partecipa minimamente al meccanismo erettile e che,considerata la scarsa sintomatologia,non tratterei,se non con eventuali terapie locali.Ne parli, comunque,con uno specialisti reale.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

potrebbe trattarsi della vena dorsale superficiale del pene che si rende evidente sul dorso del pene, 1-2 cm sotto il glande, più spesso a destra e che comincia ad ingrossarsi quando inizia lo stato di eccitazione che comporta un maggior afflusso di sangue al glande, sangue che necessariamente defluisce attraverso questa vena sul cui tratta possono esserci irregolarità morfologiche.
nel dubbio senta uno specialista
cari saluti