Utente 111XXX
Buongiorno,
sono un soggetto allergico a diversi allergeni (graminacee, acaro, pelo del gatto). Dai test effettuati però il cipresso risulta essere l'allergene al quale sono più sensibile.

La domanda che volevo farle è questa:

- E' possibile sapere fino a quale distanza riescono a spostarsi i pollini del cipresso nell'aria?
Il punto è che ce ne sono due proprio di fronte alla mia finestra, quindi vorrei capire se è il caso di valutare un cambio di casa (molto complicato in quanto l'ho acquistata poco tempo fa).

La seconda domanda è questa:

- Qualora i pollini dovessero spostarsi di pochi metri nell'aria, e quindi effettivamente la vicinanza con quei due cipressi potrebbe costituire un problema per la mia allergia: Ritiene che con un certificato medico alla mano sia possibile richiederne l'abbattimento al proprietario?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
149046

Cancellato nel 2014
non c'è una diretta correlazione tra grado di positività del test cutaneo e rilevanza clinica di ogni data allergia. L'effettivo ruolo clinico dell'allergia al cipresso va quindi valutata dall'allergologo sulla base di un'attenza disamina della sua storia clinica (es. stagionalità dei disturbi).
consiglio quindi visita allergologica
[#2] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno,

sono già stato dall'allergologo, ed i test che ho fatto non sono di tipo cutaneo, ma sono stati fatti mediante prelievo del sangue.
E' possibile cortesemente avere un parere in merito alle due domande che ho posto?

- Spostamento dei pollini di cipresso nell'aria
- Eventuale richiesta di abbattimento supportata da certificato medico

Grazie
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
le risposte alle Sue domande sono le seguenti:
- i pollini possono diffondersi per centinaia di chilometri;
- anche secondo quanto appena detto, è chiaro che la richiesta di abbattimento dei cipressi limitrofi non abbia senso.

Il messaggio è (e credo di poter dire che il collega intendesse lo stesso) che non deve pensare a cambiare casa a causa dell'allergia o a far tagliare i cipressi del vicino, per vari motivi:
- i pollini La seguiranno;
- non è detto che la sensibilizzazione al cipresso, al di là dei risultati del test, sia la principale;
- l'allergia si può curare.

Cordialmente,