Utente 212XXX
Ho un fisico molto esile e una vita abbastanza sana per quanto riguarda abitudini, cibo e movimento, mai bevuto, mai fumato. Ho però un carattere estremamente ansioso e, purtroppo, da tanto tempo soffro anche di depressione. A tratti, forse per via anche della menopausa, sono abbastanza irascibile.

Da tempo (qualche anno) noto che ogni volta che mi arrabbio molto, anche se cerco di esternare la rabbia e di non trattenerla, sento un fastidio nella regione della scapola sinistra. Si tratta di un dolore sopportabilissimo ma deciso che parte dalla scapola sinistra e si diffonde un po' anche intorno con un lieve indolenzimento anche dell'avambraccio. Potrei associarlo a quello che si sente dopo una caduta.

Avevo sdrammatizzato pensando ad un dolore muscolare dovuto al fatto che, per lavoro, sto spesso al computer e sicuramente assumo posizioni poco corrette.

Oggi però ho deciso di chiedere un Vs parere in merito perché mi è appena capitato di arrabbiarmi e il fastidio si è ripresentato improvviso immediatamente dopo. Mi preoccupano alcune circostanze:
- che è solo e sempre alla spalla e all'avambraccio sinistro;
- che prima di arrabbiarmi sono sicura di non averlo;
- che scompare velocemente man mano che la rabbia sbollisce;
- e infine che, a parte quando succede, non me ne preoccupo e mi scordo addirittura della sua esistenza, quindi escludo di poterlo provocare con la suggestione.

Secondo il Vs parere devo preoccuparmi?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara signora
è improbabile che ci sia una relazione con problemi cardiaci, ma non è escludibile a priori....data l'età è comunque opportuno fare una visita cardiologica con ECG ed Ecocardiogramma....eventuali ulteriori approfondimenti verranno decisi dal collega cardiologo al quale si rivolgerà. Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 212XXX

Iscritto dal 2011
Grazie Dr. Rillo, seguirò il suo consiglio. Se non le dispiace, vorrei solo aggiungere un particolare che avevo dimenticato ieri: prima di un intervento, nel 2011, mi avevano rilevato:
"Ritmo sinusale con intervallo P-R corto -
Deviazione assiale destra -
Accenno di Onda Delta (comunque non diagnostico) in V5"

Si tratta di qualcosa di importante?

Grazie ancora!
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi, una preeccitazione ventricolare (perchè è questo che esprime un PR corto con onda delta) o c'è o non c'è....probabilmente chi ha letto l'ECG non ha la dovuta esperienza per riconoscere una sindrome di WPW...il solo PR corto non esprime una preeccitazione nè nulla di non fisiologico....
Di più non posso dirle senza avere la possibilità di vedere il tracciato incriminato.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 212XXX

Iscritto dal 2011
Capisco, D. Rillo.Seguirò le sue indicazioni. La ringrazio ancora per la sua gentilezza.