Utente 338XXX
Buonasera, ancora non sono libero da problemi nelle parti basse.
Ultimamente ho avuto un intervento ambulatoriale di circoncisione parziale riuscito abbastanza bene, in pratica mi hanno rimosso una piccola parte di anello fimotico e ora finalmente riesco a scoprire in erezione (avevo una fimosi non serrata).
Guarisco rapidamente dopo circa 14 giorni e dopo 48 giorni dall'intervento ho il primo rapporto sessuale con questa nuova condizione.
Un disastro, butto via preservativi come fosse niente, da scoperto non riesco a indossarli perché ho fastidio al contatto, non dolore ma solo un fastidio che fa perdere l'erezione e mandare tutto in fumo e non riesco neanche a srotolarlo tutto lungo l'asta perché mi si blocca sopra l'anello del prepuzio che, quando retratto sotto al glande, forma una specie di dosso….un casino.
Riesco a penetrare solamente se indosso il preservativo come facevo prima con la fimosi, cioè coprendo il glande col prepuzio.
Così facendo ho avuto poi un altro problema (quello della sensibilità al glande non bastava). Durante l'atto, avrò fatto un po' forza con le spinte, il glande si è scoperto e il prepuzio pare sia stato stressato un po' perché alla fine, andando a lavarmi, ho notato che avevo arrossato tutta la ex ferita ed esattamente lungo la cicatrice avevo una linea viola.
Dopo un paio di giorni il rossore si è assorbito ed è tornato come prima.

Da cosa può dipendere il fatto che dopo così tanto tempo, al primo stress mi accada una cosa del genere?…è normale?
Per quanto riguarda la sensibilità cosa posso fare?
Chiedo gentilmente un Vs. parere riguardo questi due problemi

Grazie, cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

andiamo con ordine e quindi per prima cosa il fastidio da contatto potrebbe dipendere dalla ipersensibilità del suo glande che andrebbe tenuto scoperto per abituarlo alla nuova situazione, infatti così facendo facilita la cheratinizzazione dello stesso diminuendone la sensibilità.

Per quanto riguarda l'arrossamento lungo la "ex ferita", questo potrebbe dipendere dal fatto che il prepuzio rimasto tende ancora a stringere e quindi a traumatizzarsi, ma per confermarlo serve una valutazione diretta che il suo operatore le potrà dare.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 338XXX

Iscritto dal 2014

Buongiorno dottore, la ringrazio per la risposta.
Intanto sto già utilizzando da alcuni giorni un sapone giallo neutro per pelli grasse che dovrebbe seccare la pelle e da stamattina lo sto tenendo scoperto negli slip.
Non vorrei cheratinizzare il glande al punto da rendere la pelle come se fosse circonciso e quindi perdendo completamente la sua sensibilità. Poi ho ancora il prepuzio che è abbastanza abbondante da ricoprirlo tutto e avendo un glande completamente cheratinizzato non scorrerebbe più su di esso agevolmente essendo ormai "secco"…(mio pensiero)
Io vorrei solo desensibilizzare quanto basta per non avvertire più fastidi e tenerlo poi a riposo coperto…..insomma come tutte le persone normali.

Per l'arrossamento del prepuzio, le dico che non stringe assolutamente, altrimenti avrei avuto tutto l'anello prepuziale arrossato anziché solo la cicatrice (che ripeto, era guarita).
A distanza di 50 giorni è normale che sia ancora delicata questa zona??
Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Cheratinizzare non vuol dire far "seccare" la mucosa e comunque non e' detto che questo modifichi la sua sensibilita', certamente puo' aiutarla nel migliorarla.

Sulla sua "ex ferita" solo attraverso una visita diretta si potra' capire cosa e' stato fatto e come e' stato fatto, visto che sostiene di avere ancora un prepuzio abbondante, e quindi consigliarla nel migliore dei modi.

Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 338XXX

Iscritto dal 2014
Sono già 6 giorni che lo tengo scoperto giorno e notte senza particolari problemi, solo qualche leggero fastidio ma sopportabile.
Posso anche toccare la parte interna del prepuzio, che prima era anch'essa sensibile, senza fastidi.
Ora il mio dubbio è che se torno a tenerlo coperto dal prepuzio la sensibilità tornerà come prima.
Saluti
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Bene lo abitui ancora per un po di tempo e poi lo puo' anche tenere coperto che ormai la cheratinizzazione e' completata.

Cordialita'