Utente 367XXX
Buongiorno, ho 34 anni, peso 77kg e sono alto 1,90m. Mai avuto problemi fisici durante lo sport anche a livelli agonistici che ora comunque non pratico se non cercando di fare un'oretta almeno di camminata ogni giorno. Eco cardiogramma senza nessun problema e analisi del sangue a posto. 2 holter fatti nel 2009 e 2011 con extrasistoli monomorfe ed isolate sia sopra che ventricolari a cui il cardiologo non ha dato peso. Sono un soggetto certamente ansioso. Oggi ho fatto il test da sforzo su consiglio del cardiologo per ECG a riposo con anomalie aspecifiche dell'onda T e frequenza sinusale di 90 battiti al minuto eseguito un mesetto fa. Il responso è: test massimale. Carico tollerato discreto (stimati quasi 8METs). Non sintomi. All'ECG basale alterazioni della ripolarizzazione con T negative a sede inferolaterale che tendono a pseudonormalizzarsi agli alti carichi di lavoro. Lieve sotto livellamento del tratto st all'ECG basale, che si accentua modicamente a basso carico di lavoro e permane agli alti carichi di ed al recupero, senza raggiungere i criteri per ischemia miocardica inducibile. Ridotto recupero della FC al termine dell'esercizio. Rari BPV singoli a basso carico e durante il recupero, rari BPSV singoli ad alto carico e durante il recupero. QTc misurato al 4' di recupero nei limiti (400msec). Normale risposta pressoria. Tendenza alla pseudonormalizzazione durante carico delle negative al tracciato basale. Andrò a mostrarlo al mio cardiologo quanto prima ed il cardiologo che ha fatto il test mi ha detto che è negativo. Posso stare tranquillo? QTc cosa significa? Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
231165

Cancellato nel 2015
L'interpretazione del suo test ergometro può' essere fatta solo vedendolo e valutandolo alla luce della sua condiziione clinica . Non è possibile , via internet dare giudizi.
Il suo QT è normale ed esprime il tempo che il cuore impiega per tornare alle condizioni elettriche basali per essere nuovamente eccitato e contrarsi
Il suo cardiologo vendendo l'esame potrà' darle sicuramente delle spiegazioni chiare sull'esame che ha effettuato
saluti
[#2] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno dottori, riapro la conversazione per una info veloce. Premetto che il mio cardiologo m'ha detto che è tutto a posto e di fare un controllo tra un paio d'anni, ma in questi giorni avverto extrasistoli o meglio tonfi al petto 5 o 6 volte al giorno che penso siano extrasistoli. Non avverto altri sintomi solo ansia dovuto a questo. Visti i miei esami non esistono possibilità di fibrillazione ventricolare nel mio caso? Posso concludere che le extrasistoli siano dovute al'adrenalina prodotta dal mio essere un tipo ansioso? Grazie.
[#3] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
Vista la mancata risposta forse la mia domanda non aveva molto senso, per cui chiedo solo una conferma: nei tracciati holter, ecg è da sforzo il medico vede se le extrasistoli hanno forme pericolose come bbsx o sono particolarmente precoci e quindi può avvertire il paziente? Grazie.
[#4] dopo  
231165

Cancellato nel 2015
Le consiglio di lasciar perdere questi discorsi e di fidarsi di cio' che le ha detto il suo cardiologo. Questo ovviamente so vuole vivere sereno. Tutte le sue valutazioni sono prive di senso e devono in ogni caso essere fatte da uno specialista che per far questo studia anni e non si limita a cercare su internet qualche informazione.
A fronte del quadro individuato dal suo Cardiologo le consiglio di trattare la sua ansia sara' sicuramente piu utile a farle recuperare la tranquollita necessaria per vivere sereno
saluti
[#5] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la pronta risposta, cercherò di seguire il suo consiglio, per cui un controllo tra due anni e vita serena intanto dice che è la via migliore? Buona serata.
[#6] dopo  
231165

Cancellato nel 2015
si