Utente 309XXX
Salve
Ancora tempo fa ho riscontrato che il mio glande non si scopriva del tutto in erezione da solo nemmeno una volta terminata la crescita, così documentandomi in rete o scoperto di avere il frenulo corto poichè durante l'erezione il glande rimaneva parzialmente coperto e scoprendolo da solo non avevo nessun dolore, ma lasciandolo la pelle tendeva a ritornare a coprire il glande. Ho letto inoltre che si potevano avere comunque rapporti con il glande coperto se non si sentiva dolore così ho rimandato il problema all'inizio dei rapporti sessuali che sono iniziati poco tempo fa.
Durante i preliminari non ho avuto alcun tipo di problema nell'erezione ma una volta indossato il preservativo (a glande coperto) ho sentito subito che qualcosa non andava e la penetrazione è durata molto poco perchè ho subito perso l'erezione e così abbiamo finito con i preliminari in cui non c'è stato nessun problema. Inoltre ho avuto grandi difficoltà nella posizione del missionario perchè ho notato che il mio pene presenta una mobilità scarsa e durante l'erezione si "alza" molto verso l'addome e quindi non riesco tanto agevolmente ad abbassarlo come richiesto da quella posizione. Volevo sapere se secondo il vostro parere la perdita dell'erezione e la scarsa mobilità sono dovute a questo fenomeno o semplicemente a ansia/emozione o una sorta di allergia da preservativo o qualcosa di simile.
Grazie in anticipo :)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

lasci perdere l'allergia al preservativo; comunque le ricordo che non è possibile, da questa postazione, escludere alcunché: tutte le possibili cause da lei invocate potrebbero essere in gioco ( frenulo corto, fastidi vari, ansia/emozione, ecc) ma ora bisogna sentire in diretta un bravo ed esperto andrologo.

Non perda altro tempo prezioso in internet, senta il suo medico di fiducia e poi a ruota il suo andrologo di riferimento.

Ancora un cordiale saluto.