Utente 366XXX
Circa tre mesi fa, in crisi familiare, ho preso la decisione di andare con una escort oltre a questo episodio ne è successo un'altro circa 16 giorni fa.
Nel primo caso rapporto protetto, nel secondo caso no.
Il problema che nell'ultima settimana oltre al senso di colpa indescrivibile, sto vivendo una situazione stressante per la paura di aver contratto Hiv.
I miei sintomi leggero mal di testa, prurito sono tutto il corpo in modo molto leggero mentre un po più persistente zona cuoi capelluto, leggerissime fitte zona intestino e sporadiche zona milza, dolore zona stomaco , niente febre .
Ho fatto per sicurezza gli esami del sangue dopo 14 giorni dall' accaduto e lunedì ho il ritiro dei referti spero di non trovare brutte sorprese .
La mia domanda era se il test è da considerare valido ovviamente con ulteriore controllo fra tre mesi oppure se da considerare inutile.
E se esistono altri tipi di test da effettuare prima dei tre mesi.
Sono molto stressato ultimamente sua per motivi di lavoro sia per la scelta che ho fatto andando con altre donne e continuo a pensare al peggio
Grazie per la gentile considerazione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
149046

Cancellato nel 2014
il test HIV è pienamente attendibile, secondo le attuali linee guida, solo dopo almeno 3 mesi dall'ultimo evento considerato a rischio.
[#2] dopo  
362024

Cancellato nel 2015
Gentile utente,

comprendo la sua preoccupazione, ma credo che il suo disagio ben si coniughi, anche, con un disturbo di tipo psicologico, legato ad una forte tensione ansiogena e ai relativi disagi di tipo familiare e relazione, che meritano attenzione.

< Sono molto stressato ultimamente sia per motivi di lavoro sia per la scelta che ho fatto andando con altre donne e continuo a pensare al peggio ...>

I pensieri, se intrusivi e persistenti, possono causare notevole disagio nella vita relazione in generale.. un "mutilare" gli eventi in avvenire.

Confrontarsi con la moglie, individuando possibili modalità di "incontro", potrebbe esserle di aiuto...

questo anche per la necessità che la indurrebbe a ricercare altrove "interessi" e conferme alla sua "mascolinità"!

Un consulto di coppia e per la coppia potrebbe fare al caso vostro.

Potete rivolgervi ad un Consultorio, anche familiare, della sua città e, gratuitamente o con un modesto ticket, prendervi cura della vostra coppia-famiglia!

Un caro saluto
[#3] dopo  
Utente 366XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la risposta .... Già messo in atto il fatto di riavvicinare il rapporto con mia moglie grazie anche ad un aiuto esterno... Speriamo in bene comunque un ulteriore controllo tra un paio di mesi lo voglio fare .... Veramente gentili per i vostri consulti ne approfitto per farvi tanti auguri di buone feste e complimenti per per il vostro staff
[#4] dopo  
362024

Cancellato nel 2015
Grazie a Lei,

per il confronto ed un augurio di cuore sia per la sua vita familiare e sessuale, che di

Buone Natale e Buon Anno


Di cuore