Utente 322XXX
buondì, mi rivolgo a voi in cerca di qualche buon consiglio, perchè non so più davvero che fare.

ho 26 anni e da 6 anni a questa parte, sistematicamente ogni ottobre, mi compaiono grossi e dolorosi geloni solo ed esclusivamente sulla mano destra. questi geloni rimangono dove sono fino a marzo-aprile, con la comparsa della primavera.
negli anni ho consultato diversi medici, fra cui 2 dermatologi, oltre al mio medico di base e un omeopata consigliato da un'amica. le cure raccomandatemi da loro non hanno avuto alcun effetto, nè quelle "curative" (creme e preparati a base di ossido di zinco, pastiglie vasodilatatori, pastiglie al rusco..) nè quelle preventive (granuli omeopatici, guanti sin da settembre, esercizi per la circolazione, non esporre la mano a sbalzi di temperatura..).
mi sono sottoposta anche ad un esame di capillaroscopia, ma non ha mostrato nulla di anormalo.
ho provato, disperata, ogni "metodo della nonna" a me noto, dall'acqua e sale, all'alcool, all'urina (con mio sommo ribrezzo). nulla ha avuto il benchè minimo effetto.

ho pensato allora che fosse un problema dato da cause ambientali o posturali, anche perchè, sin da piccola, non sono mai stata una gran portatrice di guanti, eppure non ho mai avuto questo problema.
sono andata per un anno da un osteopata, ma i trattamenti non hanno dato alcun miglioramento.

L'unica cura che sembrava darmi un lieve sollievo era l'esposizione della mano a dei fumi di artemisia, suppongo sia un metodo proprio della medicina cinese. Ma rimane comunque una cura non risolutiva.

Con la comparsa dei geloni tuttavia, coincide l'inizio del mio lavoro, dove devo stare per 8 ore continuate attaccata ad un computer, e quindi con la mano destra fissa sul mouse. l'ambiente in cui lavoro non è particolarmente freddo, ma se mi tocco la mano destra con la sinistra la sento sempre ghiacciata.

Nell'ultimo anno ho provato a sostituire il mouse con un trackpad, in modo da variare la posizione della mano.. purtroppo non è servito a nulla e i geloni sono ricomparsi come ogni inverno.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
utile gentile utente effettuare una visita deramtologica, una termografia e degli esami specifici sierologici (prescrivibili dal dermatologo) per la valutazione del quadro clinico e l'esclusione di un fenomeno di Raynoud



cari saluti