Utente 160XXX
Gentili Dottori,da diversi anni ho iniziato ad accusare dolore tra il 3° ed il 4° dito del piede ma ultimamente il dolore diventa più frequente pur usando normali scarpe da ginnastica. Ci tengo a precisare che non ho mai usato scarpe con il tacco alto ma mi sono sempre limitata a 5/6 cm.
Le prime volte che il dolore si presenteva consisteva in forti scosse che mi impedivano di camminare e di muovere la gamba per il troppo dolore ( riuscivo a provare sollievo solamente sollevando il piede da terra o massaggiandolo). Ultimamente oltre alle scosse ho la sensazione di un corpo estraneo all'interno del piede (come un sassolino),le dita perdono sensibilità, sento una sorta di "freddo" e successivamente questo fastidio si tramuta in dolore sempre maggiore e che mi impedisce di appoggiare il piede a terra.
Dai rx risulta tutto nella norma. Sono stata visitata da un ortopedico e dalla visita è emerso poco e nulla perchè al tatto non provo dolore o fastidio. Mi ha detto che dovrei essere visitata durante la fase acuta del mio dolore ma non esiste una fase acuta...convivo con questo dolore e non posso camminare per più di dieci minuti che inizio a sentire fastidio.
Tra pochi giorni dovrò fare un'ulteriore controllo ma nel frattempo spero di ricevere un parere da parte vostra.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Internullo
36% attività
4% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
da quello che lei descrive il quadro potrebbe, sottolineo potrebbe, dipendere da una metatarsalgia di Morton. Quanto lei descrive potrebbe coincidere con un quadro clinico oggettivo da parte di un ortopedico di sua fiducia. Provi a fare ecografia della zona ove accusa fastidi.
[#2] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
Circa due settimane fa il dottore che mi ha visitato mi ha diagnosticato una metatarsalgia. Mi è stato iniettato del cortisone. Da allora il dolore è leggermente diminuito, mentre prima sentivo dolore dopo 10 minuti di camminata ora riesco a resistere circa un'ora ma superato questo tempo inizio ad avvertire dolore ( le scosse sono leggermente più lievi ). Oggi sono stata visitata per la seconda volta e mi è stato detto che ho una metatarsalgia di Morton, dovrò fare una visita barapodometrica e iniziare ad utilizzare dei plantari.
I plantari riescono a risolvere il problema in maniera definitiva?
Non sarebbe più opportuno verificare tramite una ecografia se c'è un nodulo ed eventualmente intervenire chirurgicamente?

Grazie
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Internullo
36% attività
4% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Avevo indovinato! Si affidi però a quello che le ha proposto il secndo collega. La visita clinica ha più importanza di quello che posso scriverle..sbagliando anche. Segua il collega.
[#4] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dottore,
Dopo aver fatto la visita baropodometrica ho iniziato ad usare dei plantari che non risolvono il mio problema(sono passati più di sei mesi). Il dolore continua ad essere presente tranne quando uso scarpe da ginnastica o pantofole. Ci sono altre visite che posso fare a parte ritornare dall'ortopedico?

Non so se può essere utile ma ho un problema di malocclusione ed in particolare il morso aperto.

Saluti