Utente 788XXX
Salve,
in un contesto in cui il frenulo sia molto teso ma che comunque non comporti un curvamento in basso del glande, che relazione c'è tra quest'intervento e le dimensioni del pene in seguito ad esso?
O meglio, esiste un inconscio atteggiamento di ritensione del proprio pene provocato dall'eccessivo stiramento del frenulo o no?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,
alla sua domanda bisogna risponde con un no. Detto questo poi bisogna aggiungere che in questi casi , senza una valutazione clinica diretta e solo con le indicazioni cliniche che ci fornisce, è impossibile formulare una risposta corretta diagnostica al suo problema . Bisogna, a questo punto, consultare un esperto andrologo.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#2] dopo  
Utente 788XXX

Iscritto dal 2008
beh posso solo aggiungere che la spiacevole sensazione che provo in erezione non mi consente piena libertà di movimento, ecco il perchè della domanda...comunque ancora grazie.
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

il frenulo non può determinare alcuna variazione dimensionale del pene.
E' chiaro che solo una valutazione diretta del pene del paziente e del suo frenulo può consentire giudizi conclusivi e "seri"
cari saluti
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
dall'ulteriore precisazione che ci dà , si può pensare ad un frenulo particolarmente breve che però non ha alcuna correlazione con le eventuali dimensioni del genitale. Si riconferma una valutazione andrologica in diretta.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com