Utente 190XXX
Egregio Dottore
Sono un uomo di 47 anni alto 1.88 e peso 79kg
Non fumo , non bevo alcolici , pressione nella norma, alimentazione
abbastanza controllata, sono soggetto che soffre di ansia e stress, svolgo
lavoro sedentario e cerco di fare attività fisica almeno due volte alla settimana
seppur in maniera blanda per problemi alla schiena ( 1 ora di bicicletta in piano e 1 ora di camminata alternata a corsa quasi sul posto). soffro di mal di stomaco (leggera gastrite e reflusso).
Ho effettuato una visita cardiologica che non ha evidenziato
nulla di anomalo ( eco + ecg), salvo extrasistole non preoccupanti.
Unica nota dolente il colesterolo. I miei genitori e mio fratello non hanno mai avuto problemi di colesterolo ( soltanto mia madre, 79 anni) prende da un anno il farmaco
perché è risultato il colesterolo totale a 240 e da due anni le hanno diagnosticato una aritmia. Negli ultimi due anni ho effettuato ben 5 volte le analisi in quanto per tre volte è risultato il colesterolo totale ai valori seguenti: 240 ( hdl 52)-250(hdl 54)
-291 (hdl 59) , per le prime due volte ho assunto il liposcudil per 4 mesi e il colesterolo è rientrato nei limiti .. 190-170… dopo aver sospeso
per 6 mesi l’ho ritrovato come detto sopra per la terza volta a 291(hdl 59). Attualmente ho iniziato a
riprenderlo.Il cardiologo mi ha riferito che si tratta di un integratore molto blando
che non necessità di particolari attenzioni ( poche controindicazioni).
Queste le domande:
Se tra 4 mesi il colesterolo risultasse nuovamente nei limiti è giusto provare a sospenderlo nuovamente? Oppure è il caso che io continui a prenderlo sempre? Nelle indicazioni non si fa menzione ad effetti collaterali, anche il
cardiologo mi ha riferito che è un integratore e che rappresenta una prima soluzione abbastanza “blanda”, pero’ ho la sensazione che da quando ho ricominciato a prenderlo soffro maggiormente di dolori addominali e reflusso, puo’ essere dovuto all’assunzione del liposcudil? Nel caso in cui dovessi assumerlo sempre posso provare ad assumerlo, una volta rientrati i valori, a giorni alterni? Il mio medico curante mi aveva detto di prenderlo prima di andare dormire , è possibile assumerlo con gli stessi benefici appena finita la cena? ( cosi’ penso mi dia meno fastidio
che a stomaco vuoto). Una conferma…. Quando svolgo attività fisica , nel caso in cui faccio un po’ di corsa leggera, mi accade “a volte” (da circa due mesi) quando sforzo un po’ di più , che il cuore salta un battito , solitamente regolare ( in pratica tre regolari e uno salta), e la cosa torna alla normalità dopo circa 30/60 minuti che ho finito l'attività… il fatto di essere stato visitato con eco e elettrocardiogramma, puo’ rendermi abbastanza tranquillo? al cardiologo avevo spigato la cosa ma negli approfondimenti finali non abbiamo riparlato di questo.
ringrrazio anticipatamente per il tempo che mi vorrà dedicare

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile utente
lei riporta di aver assunto un integratore alimentare per il controllo del colesterolo e in particolare del riso rosso fermentato....francamente come cardiologo le dico di non averne alcuna esperienza (credo poco all'uso di prodotti della medicina alternativa o erboristici), ma ritengo sicuramente che i suoi valori di colesterolo meritino un'adeguata terapia (magari blanda, ma con una statina).
Quindi non posso dare risposta alle altre sue domande. Per i battiti irregolari, si tratta probabilmente di extrasistoli, ma non posso dirle nulla di più senza conoscerla, senza poterla visitare e analizzare la documentazione cardiologica che la riguarda.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2011
grazie mille per la tempestiva risposta... l'integratore liposcudil plus me lo ha prescritto il mio curante... effettivamente come scritto sopra dopo 4 mesi di assunzione il colesterolo e' sempre rientrato nei limiti.... le chiedo cortesemnete ancora questo... il risultato con le statine di cui lei mi ha detto può essere diverso, nel senso che possono essere prese ad esempio in periodo altermati (es. tre mesi si e tre no) possono essere maggiormente risolutive... oppure "pur" avendomi anticipato che non crede molto in questi integratori il risultato da me ottenuto( colesterolo scende nei limiti) e le problematiche ( quando lascio l'integratore al controllo dopo quattro mesi il colesterolo e' sempre risalito) puo' essere, nel mio caso, lo stesso? questo perché se anbedue le soluzioni agiscono per far scendere il colwsterolo... e tutte e due lo fanno scendere nel mio caso... e poi una volta lasciate il colestrolo risale comunque allora propenderei per proseguire con la cosa piu' leggero che puo' essere il liposcudil... grazie ancora per la pazienza
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Lei è libero di decidere della sua salute, io da medico le consiglio di assumere una statina......se il colesterlo aumenta alla sospensione della terapia (è questo non è una sorpresa) è chiaro che l'assunzione deve essere a tempo indeterminato...