Utente 357XXX
Gentilissimi dottori, sono un ragazzo di 28 anni che da ormai 3 anni sono vittima di sintomi che mi impediscono di avere una vita normale e a cui nonostante ripetute analisi non riesco a trovare soluzione.
Cercando di farla il breve possibile i sintomo sono: alterato battito cardiaco, dolori (protopatici) al centro del petto spalle collo fino alla testa, senso di svenimento e intorpidimento delle braccia e delle mani, per essere chiari sento il "cervello che se ne va" la vista si offusca, il cuore rallenta fino quasi a fermarsi, è come essere sull'orlo di uno svenimento e non svenire.
Il modo più elementare per spiegarlo è: sento il petto che fa male, il cuore che si ferma, il cervello se ne va, formicolio alle braccia, vista che si offusca.
tutto questo succede sia in condizioni di riposo, sia dopo o durante attività fisica , cosa che mi ha portato al pronto soccorso una settimana fa da cui non è emerso nulla.
La prima tappa è stata ovviamente il mio medico di base e da lui è iniziata poi la mia odissea.
viste cardiologiche:
roma 28/05/2013: ritardo sinusale fc 76/min. Conduzione a-v nella norma. ritardo di conduzione intraventricolare dx incompleto. Anomalie aspecifiche della ripolarizzazione ventricolare in sede inferiore. Azione cardiaca ritmica. Click mesosistolico puntuale. p.a.130/75 mmhg

roma 30/ 06/2013 ecocardiogramma mono e bidimensionale color doppler
aorta :
diametro radice 32 mm
apertura lembi 18 mm
atrio sinistro diametro 36
as/ao mm 1,11
ventricolo sinistro diametri:
dd 53mm
ds 36mm
frazione di eiezione 60
setto interventricolare 9mm
parete posteriore 9mm
mitrale :
lembo anteriore d-e mm 25, e-f m/s 101
lembo posteriore normale
normali i diametri delle cavità cardiache e lo spessore delle pareti ventricolari.
continuità e normocinesi delle strutture settale.
buona funzione sisto-diastolica ventricolare.
non deficit di contrattilità segmentaria
ridondanza dei lembi mitralici con normale chiusura sistolica
normali le valvole aortica,polmonare e tricuspidalica
normali i flussi transvalvolari all'esame doppler color e non alterazioni del pericardio.

roma 25/07/2013 ecg dinamico 24 ore holter
ritmo sinusale fc media 72,fc massima 129,fc minima 40
sporadici battiti ectopici ventricolari isolati
monomorfi (40). asintomatica.
concluzioni: ritmo sinusale. aritmia ipercinetica ventricolare semplice sporadica.

roma 07/08/13 visita cardiologica
eoc : ac ritmica.non segni di stasi.click mesosistolico puntuale. pa 135/80
ecg: ritmo sinusale di fc media 75 battiti/min asse elettrico deviato a destra.
pq 180 msec
ventricologramma normale

esame elettro encefalografico in veglia
conclusioni tracciato di veglia nella norma

ho effettuato anche una risonanza magnetica con contrasto per uno studio dell'ipofisi e rachide cervicale (perché soffro anche di una leggera iperprolattinemia) che sostanzialmente mostra una empty sella. (se serve posso trascrivere più dettagliatamente).
alla luce di ciò. per favore aiutatemi.
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
231165

Cancellato nel 2015
tutti gli esami che ha fatto mostrano che il cuore non ha nulla. Con i limiti di un consiglio dato via internet e senza conoscerla, l'unica cosa che le resta da fare è l'impianto di un loop recorder, un piccolo registratore sottocutaneo che registra continuativamente il battito cardiaco. Se durante i sintomi il cuore non mostrasse aritmie., può' definitivamente chiudere il capitolo problema al cuore e a quel punto indagare il suo problema in altre direzioni
saluti
[#2] dopo  
Utente 357XXX

Iscritto dal 2014
la ringrazio molto dottore per aver accolto questo mio problema.
è interessante la sua risposta in quanto non mi era mai stata prospettata questa possibilità.
fino ad ora più o meno la risposta era : approfondiamo i controlli ma probabilmente si tratta di attacchi di panico curabili con sedute psichiatriche e farmaci ssri. e questa è onestamente un'ipotesi che mi rifiuto di accettare almeno in parte in quanto mi conosco, sono io che ho i sintomi, sono io che li vivo in tutte le loro sfaccettature e sono io a conoscere il mio stato emotivo al momento della "crisi". ammesso che ci fosse una percentuale di ansia e magari sicuramente ci sarà, non credo che ne sia il motivo scatenante.
ieri purtroppo causa fine caratteri disponibili non ho scritto alcuni passaggi forse fondamentali.
il primo è che leggendo il foglio che mi è stato rilasciato al pronto soccorso ho notato che la mia pressione era,almeno ai miei occhi leggermente istruiti in materia, quantomeno strana. ho pensato quindi di iniziare a misurarla nei momenti in cui stavo male :
145/70 fc 78 (quella del pronto soccorso.)
133/61/58 battiti
135/61/61 battiti
142/60/58 battiti
134/57/59 battiti
113/59/44 battiti
123/63/44 battiti
122/66/45 battiti
ammetto che vedere la bassa così bassa e così pochi battiti al minuto mi ha preoccupato un po'
secondo lei è un dato significativo o di poco conto?
può essere questa la causa dei miei sintomi?
quale potrebbe essere la causa di tutto ciò?
in oltre quello che mi fa dubitare della ipotesi degli attacchi di panico è il fatto che questi sintomi si presentano quasi sempre durante l'attività fisica: dopo e ogni tanto anche durante una corsa, in acqua mentre faccio surf ( e per me fare surf è il nirvana) , etc etc.
ho anche fatto delle visite dall'otorinolaringoiatra sperando fosse un problema legato a quella sfera (in quanto inizio ad avere problemi di equilibrio, vertigini, ipoacusia e ho sempre sofferto di tonsilliti) e mi è stato consigliato in questa sede di rifare una visita neurologica in quanto la situazione dell'ipofisi è poco chiara.
contemporaneamente sto iniziandi visite e analisi dal gastroenterologo per reflussi, pancia gonfia etc etc.
recentemente leggevo articoli riguardanti crisi vagali, può essere una strada?
spero di averle dato qualche elemento utile.
ringrazio in anticipo lei e qualsiasi altro dottore voglia darmi la sua opinione.

[#3] dopo  
231165

Cancellato nel 2015
come le ho detto la soluzione è quella che le ho indicato anche se mi pare che probabilmente le crisi di panico possono essere una ragionevole spiegazione
saluti
[#4] dopo  
Utente 357XXX

Iscritto dal 2014
buona sera dottore, mi perdoni per il ritardo con cui la ringrazio per i suoi preziosi consigli.
Purtroppo in questo periodo le cose non sono migliorate
Ogni volta che provo a fare attività fisica sono costretto a fermarmi per dei fortissimi dolori che dallo sterno si diramano fino alla gola e verso la spalla sinistra, contemporaneamente sento il cuore che esce dal petto e giramenti di testa che mi spaventano molto. sembra che ogni volta debba succedere qualcosa di grave.
recentemente, dopo ormai 3 anni che combatto con questo problema, sono stato costretto ad andare al pronto soccorso a causa di questi sintomi. ero sicuro di avere un infarto o qualcosa del genere (tra l'altro il tutto si è scatenato in chiesa di domenica mattina)
Ovviamente non è emerso nulla di imminente, mi è stata prescritta una visita cardiologica che onestamente non credo avrà esiti diversi dalle altre.
è come se fossi sempre bloccato al punto 1 e non riuscissi ad arrivare al 2.
So che sembrano parole di una persona delirante ma sono veramente stanco depresso e bloccato da questa situazione assurda.
Le chiedo gentilmente se può indicarmi a chi rivolgermi, che esami fare, anche privatamente , anche se dovessero essere non propriamente motivati, qualsiasi cosa possa almeno iniziare ad escludere tutti i possibili problemi o patologie.
Una idea fissa che ho ultimamente ad esempio e quella controllare le coronarie.ma volevo sapere da lei quale metodica non invasiva esiste per questo genere di analisi? scintigrafia?
Oppure che tipo di anali del sangue, ormoni(su cui ho qualche problema) etc etc.
In somma le sarei immensamente grato se mi potesse dare una batteria di analisi per iniziare ad escludere sistematicamente le possibili cause che portano a tutto questo, vorrei avere una tabella di marcia da rispettare perchè è tutto molto confuso e non so onestamente più come muovermi e a chi rivolgermi (cardiologi, neurologi, endocrinologi otorinolaringoiatri, maghi, preti) e magari spiegarmi un po' meglio come funziona questo loop recorder, a chi potrei eventualmente rivolgermi a roma , come si impianta, che rischi ci sono.
Ho cercato su internet ma ho trovato risposte non molto chiare, si parla in particolare del vantaggio di avere questo recorder n caso di svenimento ma non di tutto quello che più in particolare mi riguarda.
spero di sentirla presto e la ringrazio molto in anticipo.