Utente 339XXX
salve,mi chiamo enrico,ho 54 anni,ho sempre fatto footing da 30 anni regolarmente,ma da diversi anni spesso mi capita che appena inizio attivita fisica intendo fatti pochi metri tipo una decina,mi sento un oppressione sulla parte destra del torace,si appanna la vista,mi gira la testa e se non mi fermo immediatamente svengo!ho da sempre fatto ecocadiogramma una volta ogni due anni ed anche ecg sotto sforzo,sempre tutto negativo,l'ultimo cardiologo,famoso per essere molto scrupoloso,mi ha trovato una lieve ipertrofia congenita del ventricolo sinistro con presenza di SAM gradiente 10 mm/hg xro ,mi ha fatto mettere un holter con il quale ho provato ad iniziare una corsa e puntuale dopo 10 metri arriva lo svenimento,mi aggrappo ad una staccionata e passa tutto,ma l'holter non registra niente di anomalo,mi ha fatto fare una risonanza cardiaca con il seguenteCONCLUSIONI
Ipertrofia asimmetrica ventricolare sinistra con area di delayed enhancement, in sede anterosettale basale; anche in relazione a lembo mitralico lungo si sviluppa SAM con lieve gradiente sottovalvolare e rigurgito mitralico
Coesistono rigurgito valvolare aortico e tricuspidale.
Il quadro è compatibile in prima ipotesi con cardiomiopatia ipertrofica non potendosi escludere una componente adattativa all'attività sportiva; può essere utile controllo a distanza, dopo eventuali provvedimenti.! ho fatto anche la curva da carico glicemica,ma tutto ok!il fenomeno mi capita poi anche quando faccio piccoli movimenti tipo mi sposto velocemente dal tavolo della cucina ad uno scaffale x prendere qualcosa! ora io mi chiedo,e' possibile che si tratti di un fenomeno legato al cuore? grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
Buonasera,
Non è possibile escludere con sicurezza che i sintomi che descrive siano correlati al cuore, anche vista la presenza di questa ipertrofia.
Potrebbe effettuare un ecocardiogramma sotto stress per escludere lo sviluppo di un gradiente significativo all efflusso durante sforzii. Tuttavia dovrebbe valutare questa ipotesi con uno specialista che possa visionare la sua documentazione, visitarla ed interrogarla attentamente.

Cordiali saluti,
Alessandro Durante
[#2] dopo  
Utente 339XXX

Iscritto dal 2014
la ringrazio dottore del consiglio,mi chiedevo ma come si fa a fare un eco sotto sforzo x vedere in gradiente?di solito bisogna stare immobili mentre si fa l'esame,quando invece se si corre su una pedana mobile non e' cosi!
[#3] dopo  
Dr. Alessandro Durante
28% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
Esistono diverse modalità per svolgere l'esame.
Esistono appositi dispositivi per effettuale l'esame, oppure si ripete l'eco al termine dello sforzo oppure ancora invece di uno sforzo fisico si utilizza uno stress farmacologico durante il quale si compie l'esame.

Saluti
Alessandro Durante