Utente 357XXX
Buongiorno, da maggio soffro di dolori al basso ventre. Sono convinto che tutto parta da un infiammazione alla base del pene, proprio dove i genitali si congiungono con il resto del corpo. Dopo mangiato non riesco più a star bene se sono seduto, sto bene solo se in piedi, tanto meglio camminando. Da seduto sto meglio dopo aver digerito. Se rimango seduto dopo mangiato, oltre a sentirmi pieno gonfio e appesantito (anche se mangio leggero), mi sorge un fastidio agli occhi simile alla congiuntivite. Questo problema agli occhi che si acutizza quando sento acutizzarsi i dolori all' addome, si presenta più marcato e persistente se mangio cose che possono nuocere a intestino o reni infiammati, per esempio dadi brodo anche senza glutammato, frutta secca, agrumi, latticini. Ho sospeso questi alimenti, e ora infatti sto meglio. Tuttavia permangono dolori non costanti che sento provenire dalla suddetta zona, e se li vado a disturbare (per esempio quando faccio la doccia manipolando i genitali per insaponarmi, o dopo rapporti ) sento che si infiammano alcuni punti in corrispondenza dell intestino e del colon, e da lì poi mi si gonfia la pancia notevolmente. Ci vogliono poi 2-3gg prima di tornare a star bene. Tuttavia, quando sto meglio, i fastidi al basso ventre persistono. Mi sembra che ci siano nervi o muscoli infiammati in quelle zone, però non so se rivolgermi a un andrologo, gastroenterologo, nefrologo, o altri specialisti. Ora farò la colonscopia, però l' urologo dopo esami ha escluso problemi alla prostata e alle vie urinarie. Gastroscopia negativa eseguita ad aprile. ECO addome completo il mese scorso, negativo. Il dolore principale comunque coinvolge la parte destra dell'addome, partendo dalla base del tronco genitale, e quando non fa male, permane un fastidio costante.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
a parte una possibile infiammazione della prostata, da verificare dal vivo, con esperto collega, non mi viene in mente altro. Visti anche i suoi esami negativi ed i consulti sull' argomento.
[#2] dopo  
Utente 357XXX

Iscritto dal 2014
Grazie dottore. Sul referto dell ecografia ha scritto la presenza di un adenoma di piccole dimensioni, attorno al centimetro, però l'ha trascurato.....
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
ha fatto bene a trascurarlo. li serve una palpazione in diretta.