Utente 204XXX
Il 28/11 sono stato sottoposto a ernioplastica inguinale destra diretta in anestesia spinale. Decorso post operatorio secondo le informazioni ricevute ivi compresa comparsa di colorito violaceo e gonfiore ai genitali esterni. Però a distanza di 18 gg. il giorno 17/12 sono ritornato dal chirurgo per dolore modesto ma fastidioso al testicolo destro con leggero irradiamento anche alla gamba destra. Mi ha visitato riscontrando un pò di orchite per la quale mi ha prescritto 7 gg. di terapia con Aulin bustine due volte al dì. Sono solo al terzo giorno della cura ma il dolore non accenna a diminuire.
E' normale tutto ciò? Comincio a dubitare si tratti di orchite ma ovviamente non saprei di cos'altro potrebbe trattarsi. E' il caso di chiedere il consiulto di un urologo oppure altro chirurgo? Oppure devo attendere "tranquillamente" la visita di controllo che il chirurgo mi ha fissato per fine gennaio?
Nel frattempo l'Aulin mi provoca forti dolori allo stomaco per il quale il farmacista mi ha consigliato Maalox antiriflusso.
Grazie e cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, l'orchite dopo un intervento di ernioplastica può crearsi, però se ha dubbi sulla diagnosi, è ovviamente l'urologo lo specialista più indicato. Con l'aulin è consigliata sicuramente una gastroprotezione.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
Ringrazio di cuore e porgo cordiali saluti. Buon Natale e Buon Anno
[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Grazie, altrettanto a lei e famiglia.
[#4] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
Chiedo scusa se mi permetto ritornare sull'argomento.
Ho completato il ciclo di Aulin (7 giorni due volte il dì) ma non ho avuto alcun miglioramento. A distanza ormai di 37 giorni dall'intervento avverto ancora disturbi che non mi permettono di muovermi con disinvoltura: oltre al dolore al testicolo (orchite?) ho una certa tensione "interna" nella zona sede di intervento con un certo "mal di pancia", un risentimento alla gamba destra che parte dall'inguine, prende la "schiena" nell'articolazione destra.
Non so se tutto sia da ascrivere all'intervento anche se sono disturbi che prima non avevo. Ho problemi a sedermi ed alzarmi, a scendere dal letto e raddrizzarmi, a salire e scendere dall'auto e anche a camminare non mi sento sciolto come prima. Sarà che sono un piagnucolone? anche se non mi sembra!
Vorrei solo chiedere un consiglio sul da farsi precisando che fra una quindicina di giorni dovrè sottopormi ad un'ultima visita di controllo del chirurgo.
Forse è il caso di qualche esame (ecografia o altro)? Ho già appuntamento anche con l'urologo (ma solo a marzo) per valutare l'orchite (?) o altre possibili cause (prostata - nel 2007 ho avuto una adenomectomia prostatica TV per IPB ma forse qualche sintomo mi fa pensare a qualche ricaduta - di notte debbo alzarmi due o tre volte - anche se il PSA a maggio 2014 era 0,4).
Capisco che avrà difficoltà me se può attendo un consiglio anche per colloquiare meglio con il chirurgo e l'urologo.
Grazie e gradisca i rinnovati migliori auguri di Buon anno.
[#5] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
La visita di controllo chirurgica è indispensabile e se quindici giorni sono troppi, possono fargliela anche prima presso l'ambulatorio chirurgico con l'impegnativa urgente del curante. Per la problematica urologica purtroppo non posso risponderle.
Saluti
[#6] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
Grazie ancora.
[#7] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Prego e auguri.