Utente 367XXX
Buonasera, vi scrivo perché nella giornata di giovedì ho effettuato una asportazione chirurgica di alcuni nevi e mi son trovato di fronte ad alcuni dubbi.
Ho scritto già un consulto nella sezione di chirurgia plastica per dubbi correlati a questo intervento http://www.medicitalia.it/consulti/Chirurgia-plastica-e-ricostruttiva/448583/Nevi-e-asportazione-alcune-domande e ora volevo invece dei chiarimenti riguardo l''istologico.

Mi sono recato come al solito dal mio dermatologo per il controllo periodico (avendo io molti nevi) e ho espresso il desiderio di toglierne due oltre a quello che ha consigliato di asportare e analizzare dopo visita approfondita il vostro collega. Il dermatologo mi ha quindi rilasciato un referto con scritto 2 nevi verrucosi per cui era richiesta asportazione e esame istologico per quello che poteva essere un nevo piano con asportazione e anche esso corredato da istologico.
Dopo la visita dal chirurgo plastico della mia ASL, ieri ho effettuato l''intervento dove il nevo melanocitico piano mi è stato asportato con tecnica classica con bisturi, ago e filo, mentre gli altri due verrucosi il chirurgo plastico ha detto che non li toglieva con bisturi dato che erano "nevi seborroici" ma, da quanto ho dedotto, con elettrobisturi.

Ora io sono un po' in ansia perché il dermatologo mi disse che tutto va analizzato istologicamente sempre, mentre il chirurgo non si è curato delle disposizioni del collega dermatologo e ha diatermocoagulato 2su3 nevi e ciò ha fruttato in me ansia oltre che grandissima confusione. Anche perché il "nevo seborroico" su internet (che non esiste) vedo che non è un sinonimo di nevo verrucoso. Eppure era stato diagnosticato inizialmente, come indica invece il referto, nevo verrucoso e ora ho paura il chirurgo abbia magari "sbagliato" qualcosa.

Mi aiutereste a uscire da questi dubbi?
Vi ringrazio infinitamente.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
Molto semplicemente: se ci sono delle indicazioni peculiari come l'effettuazione di esame istologico di una lesione, questa deve essere sottoposta ad esame istologico. La diagnosi clinica delle lesioni cutanee e dei nevi, spetta sempre al dermatologo!
Ovviamente si ragguagli con il suo dermatologo di fiducia e chiarisca con lui questa situazione.
Cari saluti.
[#2] dopo  
367701

dal 2014
La ringrazio per la risposta, fortunatamente la diagnosi c'è stata ed era nevo verrucoso (come riportato sul foglio di diagnosi rilasciato dal dermatologo), che da quanto ho capito leggendo sul sito vari articoli è benigna. Quel che mi lascia impaurito è che il dermatologo abbia detto che OGNI lesione va analizzata da istologico (quindi anche un nevo verrucoso) e mi preoccupa assai il fatto che mi sian state eliminate con elettrobisturi.
Il problema più grave è che mi sa dovrò aspettare fin dopo le feste e rimanere con questi dubbi fino a gennaio.
Son davvero tanto preoccupato, speriamo in bene!
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Quando si è in presenza di una lesione ritenuta assolutamente benigna come un nevo verrucoso essa può essere anche sottoposta ad altre terapie e non necessariamente l'esame istologico: questa è una scelta che deve essere compiuta dal dermatologo il quale è il responsabile dell'esito dell'intervento stesso e dei suoi effetti.
Cari saluti.
[#4] dopo  
367701

dal 2014
Grazie per l'ulteriore replica che un po' mi tranquillizza: ovvero se è stato diagnosticato come verrucoso (stando al referto) si possono anche intraprendere strade diverse dall'istologico e ciò mi rincuora.

Comunque sento di poter discolpare il dermatologo, sull'esito dell'intervento, perché se ha ritenuto giusto proporre un istologico è perché magari voleva esserne al 100% sicuro anche con successivo esame di laboratorio (ipotizzo a sto punto sia stata una sua scelta personale, anche se ha espressamente detto OGNI lesione pigmentata va analizzata con istologico).

Più che altro è l'azione del chirurgo che mi mette un po' in ansia (anche perché chiamare nevo seborroico un nevo verrucoso mi fa pensare non abbia molta dimestichezza con tali lesioni) inoltre se riportato esplicitamente nevo verrucoso e asportazione con istologico, mi chiedo perché abbia optato per eliminre la lesione "bruciandola" senza interpellare nè il dermatologo nè il sottoscritto.

E tutto ciò crea oltre che fraintendimenti ansia nel paziente che non ha nemmeno cultura a riguardo, se non sommaria.
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Non si può aggiungere null'altro di utile da questa sede.
Ancora saluti.
[#6] dopo  
367701

dal 2014
La ringrazio ancora dottore!
In effetti non chiedo altro, Più che dirmi che un nevo verrucoso è una lesione benigna non credo possa fare :).

Volevo informarla, già che ha preso a cuore il mio consulto, che frattempo ho scritto una mail al mio dermatologo curante per non disturbarlo telefonicamente dato che è domenica e fortunatamente mi ha gentilmente risposto celermente, anche se non ha alleviato le mie preoccupazioni. Mi ha detto che effettivamente è stato compiuto un grave errore, che non doveva essere ablato in tal modo perché è pericoloso e che ne riparleremo a gennaio fissandomi un appuntamento per il 12.

Sono ovviamente molto preoccupato, speriamo in bene, non so che altro dire....

Buona serata.

PS: aggiungo solo una domanda che prescinde dai dubbi di cui sopra, nel caso una lesione si trattasse proprio di nevo verrucoso, secondo lei, l'intervento di ablazione tramite elettrobisturi può esser valido o si potrebbe incorrere in complicanze o degenerazioni della lesione future? In sostanza se lei fosse di fronte a un nevo verrucoso, una operazione di vaporizzazione di questo tipo la riterrebbe corretta?
[#7] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Qui siamo entrati in un potenziale contenzioso e pertanto non conoscendo il caso, anche in qualità di consulente tecnico del Tribunale, debbo astenermi per massima serietà. Credo comprenda e credo abbia letto già quanto scrittole
Saluti
[#8] dopo  
367701

dal 2014
No infatti ho ben dedotto come stanno le cose e l'ho capito dal suo aver giustamente evitato ulteriori repliche e vedrò un po' come affrontare le cose con i miei curanti. Poi dato questo fattore scatenante mi è sorta curiosità su questo tema e ho iniziato a informandomi sia online che su questo portale riguardo alla tematica nevi e ho fatto una domanda realmente del tutto scorrelata dalla vicenda in se e domanda che in realtà mi interessa in quanto ho molti nevi verrucosi sul corpo e non escludo in futuro di toglierne altri.

Dunque riponendo la domanda in modo del tutto interessato, mi chiedo se un nevo verrucoso possa essere ablato con elettrobisturi, laser o meno. E lo chiedo perché in effetti non l'ho capito perché ovviamente un domani non vorrei incappare nuovamente in tali problematiche anche per mia ignoranza e online le assicuro che trovare trattato in modo serio questi argomenti è un impresa assai ardua.

La ringrazio per le informazioni mediche che mi fornirà.

Buona serata.
[#9] dopo  
367701

dal 2014
Buongiorno dottori e in particolare Dr. Laino, non conoscendo alla perfezione il regolamento del sito volevo sapere dato che volovo avere delle risposte alla domanda di cui sopra, scorrelata da quella iniziale, se potevo continuare su questo consulto o era meglio aprirne uno nuovo. Lo chiedo perché vedo che non ho ricevuto risposte e se fosse per questo motivo provo a richiedere in un nuovo consulto.

Vi ringrazio.
[#10] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Le ho già risposto in #2
[#11] dopo  
367701

dal 2014
Si infatti cercavo più una precisazione, ovvero mi chiedevo se la lesione sottoposta a luce laser, elettrobisturi (o non so se esistano altre metodiche oltre a queste che ho trovato e che lascino meno cicatrice di una asportazione con bisturi (chiedo a lei?)) portassero a degenerazioni maligne come si legge online perché traumatizzate, oppure come altri siti dicono non avviene degenerazione. Ed è per questo che di google mi fido ben poco come ricerca di informazione medica: dice una cosa e dice l'estatto opposto. Ricordo la replica 2 e ha parlato di altre strade e chiedevo appunto un approfondimento su quali postessero essere stando ai motivi che le ho detto; in altre parole riassumendo: la strada percorribile può essere elettrobisturi o laser per lesioni neviche benigne come possono essere i nevi verrucosi di cui sono costellato? (Previa visita specialistica ovviamente!)

Spero di esser stato più dettagliato e mi scusi per la precedente domanda poco chiara.

Cordialità
[#12] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Ogni metodica può essere approcciata e nessuna di queste è migliore di un'altra: dipende non solo dal tipo di strumentazione, dall'expertise del medico e dalla risposta cicatriziale del paziente.

A volte una buona chirurgia è migliore di un pessimo laser!

Per il resto le comunico una ulteriore cosa: il vero "nevo verrucoso" è una particolare disembrioplasia genetica difficilissima da trattare; forse lei si riferisce ad altri nevi benigni; per questo le ho comunicato di parlare con lo specialista di sua fiducia

cari saluti
[#13] dopo  
367701

dal 2014
Eh si infatti non vedo l'ora di poter vedere de visu il mio specialista, perché come le dicevo l'ho già contattato e mi ha ripetuto quanto le avevo riportato.

La ringrazio inoltre per l'ulteriore chiarimento, anche perché se non me lo avesse detto avrei continuato a chiamarli nevi verrucosi. Purtroppo non è un termine che mi sono inventato ma son sempre stati diagnosticati con tale nome e oltre che dal referto che ho ora in mano anche in precedenza da quando ho l'età di 10 anni (prima mi trasferissi dove ora mi trovo) anche il mio precedente dermatologo pediatrico li chiamava "nevi verrucosi".

Una cosa l'ho capita: più tento di capirci e meno ci capisco XD, ma meno ci capisco e più possono accadere cose di cui si parlava sopra.


La ringrazio per tutto e le auguro buone feste.
[#14] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Buone feste a Lei!