Utente 165XXX
Salve dottore
una settimana fa ho avuto per la prima volta una colica renale con inizio sul lato dx. Sono andato al PS dove mi hanno fatto un eco con questo esito: "non idronefrosi, non alterazioni d'urgenza degli organi dell'addome superiore. vescica a piccolo riempimento con microlitiasi. aorta regolare. non versamento libero.
il medico curante dopo due gg dall'evento e dopo una sopraggiunta febbricola di 37,3 mi ha prescritto antibiotici: Ciproxin 250 due al dì, che ho terminato questo venerdì.
Per tutta la durata dell'antibiotico ho avuto febbre intorno ai 37-37,4 e dolori sparsi soprattutto alle gambe.
Adesso i dolori si sono attenuati ma la febbricola continua a persistere, quando 37, quando 37,3 come stamani. Non ho dolore nella minzione, l'urina è di colore chiaro dal momento che tendo a bere circa due litri di acqua al giorno in seguito a iperuricemia e assunzione di allopurinolo da circa due mesi.
Le vorrei chiedere se questa febbre mi deve far preoccupare o se fa parte dello stress a cui è stato sottoposto il fisico ultimamente.
Dimenticavo: La sera stessa del ricovero ho eliminato il calcolo di circa 2 mm e composto da ossalato di calcio
Cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Signore,
in situazioni correlate al passaggio di calcoli, il manifestarsi di un rialzo febbrile fa sempre sospettare la persistenza di qualche ulteriore ostacolo lungo le alte vie urinarie, con ristagno di urina, seppur modesto. È pur vero che questo dovrebbe essere accompagnato almeno da qualche disturbo. Sarebbe comunque opportuno che questo venisse accertato oltre ogni possibile dubbio, ripetendo inizialmente una ecografia o, a giudizio del suo urologo di riferimento anche una TAC senza mezzo di contrasto.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 165XXX

Iscritto dal 2010
Grazie dottore per la gentile risposta.
Due domande:
1 - Sarebbe il caso di ripetere o rinforzare la cura antibiotica?
2 - E' dunque da escludere che questa febbretta sia attribuibile allo stress a cui è stato sottoposto l'organismo?
Grazie ancora.
Saluti
[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Non vi è reale motivo per pensare che lo "stress" sia in grado di modificare la temperatura corporea.
[#4] dopo  
Utente 165XXX

Iscritto dal 2010
Ripeterebbe cura antibiotica? Magari aumentando il dosaggio? Dal momento che 10 cp di Ciproxin 250 non mi hanno mai tolto tale febbre.
Grazie
Saluti
[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Si potrebbe a limite pensare a cambiare antibiotico, non solo il dosaggio, ma comunque solo dopo aver eseguito gli accertamenti di cui s'è detto.
[#6] dopo  
Utente 165XXX

Iscritto dal 2010
Grazie ancora.
Saluti