Utente 367XXX
Salve dottori, Vi scrivo perché da quando ho 15/16 anni ho TUTTO il corpo completamente ricoperto da peli (collo compreso). Ho fatto i test ormonali ma sono tutti nella norma (eccetto l'androstenedione). Così, circa un anno fa ho cominciato a sottopormi a sedute con laser alessandrite, ma tuttora (dopo 5 trattamenti) non vedo alcun miglioramento: il numero di peli non si riduce (restano tantissimi) e non si rimpiccioliscono (restano neri e spessi). Sto eseguendo le ultime sedute con energia a 16 j/cm^2 e spot da 18 mm, con durata impulso sui 10/20 ms. Ho la pelle leggermente scura per cui non riesco ad aumentare l'energia (già con questa soffro notevolmente). Voi che mi suggerite? Avete già avuto esperienza con dei pazienti come me?
Ringrazio in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
nei pazienti di sesso maschile effettivamente l'epilazione laser può richiedere molte sedute e ci vuole pazienza. L'alessandrite è il laser per epilazione più efficiente e lo spot da 18 con 16 j/cm2 di fluenza sono ottimali per il corpo. Potrebbe essere tentata una riduzione del tempo di esposizione da 10/20 msec a 3/5 msec oppure l'utilizzo alternato del laser Nd:yag 1064 nm, sempre con spot da 18.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la risposta. Attenderò allora ancora qualche seduta, sperando di cominciare a vedere qualche effetto.
Saluti
[#3] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
Salve, vorrei porLe un'ulteriore domanda:
mi sembra che, dopo la seduta con il laser alessandrite (ormai è passato un mese dall'ultima), la pelle diventi un pò più scura (omogeneamente su tutta l'area trattata, nel mio caso addome, petto e schiena) con qualche macchia (piccola) molto scura. Può essere un effetto collaterale del laser? e se la pelle si inscurisce, la seduta successiva non proverò più dolore (a parità di parametri)?
Ringrazio in anticipo,
Saluti
[#4] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Generalmente il laser ad alessandrite provoca ipocromie ma talora può succedere anche il contrario. Naturalmente ne deve parlare con chi le sta facendo il lavoro: lo specialista saprà certamente valutare se si tratti di un possibile effetto avverso al trattamento o di ipercromia di altra natura. Quasi sempre questo genere di discromie, se dovute al laser, sono reversibili in un tempo variabile.
[#5] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
Ok, la ringrazio molto.
Saluti
[#6] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
Salve,
scusi se torno a farle un'ulteriore domanda, ma volevo sapere se esistono eventuali farmaci che possono essere assunti al fine di provare meno dolore durante il trattamento e poter usare così energie più alte e avere un trattamento più efficace.
Ad esempio, gli antidolorifici come il paracetamolo posso essere utili? o esiste qualcosa di più potente?
Ringrazio in anticipo, saluti.
[#7] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
No purtroppo non sono a conoscenza di nulla possa essere d'aiuto in questo senso a parte l'utilizzo di una forma esterna di refrigerazione
Cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
Salve, torno a scriverLe per una "curiosità" che mi è venuta informandomi sull'argomento. Credo di aver capito che, mentre i peli corporei aumentano se c'è una concentrazione maggiore di androgeni (in particolare del DHT), i capelli invece, all'aumentare del DHT, diminuiscono per poi "cadere". Spesso, per combattere la caduta dei capelli viene usato il Finasteride, e allora mi sono chiesto se questo possa funzionare anche sui peli corporei. Hai mai avuto esperienze del genere?
Saluti
[#9] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Dico la verità non ho mai avuto esperienze del genere e nemmeno mi è capitato di osservare pazienti in trattamento con finasteride ai quali si sia contestualmente ridotta la componente pilifera somatica.
Cordiali saluti
[#10] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la risposta. Il fatto è che, a distanza di quasi due anni, dall'inizio del trattamento laser non ho ottenuto nessuna riduzione apprezzabile di follicoli piliferi, e questo, creandomi non pochi disagi, mi porta a cercare delle "soluzioni" un pò alternative, come quelle del alla finasteride.
Saluti
[#11] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
Salve, mi scuso per il disturbo ma vorrei chiedere, dato che non c'è stato ancora nessun miglioramento significativo (aggiungendo il fatto che ogni seduta è una tortura), se a questo punto alcune terapie farmacologiche possano venirmi in aiuto. Il tutto continuando comunque la terapia laser. La somministrazione degli estrogeni o altri ormoni può aiutare?
La ringrazio in anticipo
Saluti
PS: a Lei sono mai capitati pazienti che non reagivano alla terapia laser? E' riuscito poi a risolvere il problema in "qualche altro modo"?
Grazie ancora
[#12] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Buongiorno, come le ho detto non conosco prodotti farmaceutici utilizzabili nei pazienti di sesso maschile a questo scopo. Le posso rinnovare l'invito a provare ad utilizzare altre apparecchiature, quali un alessandrite con impulso più breve (3 millisecondi) oppure un laser a diodo o Nd:Yag
Cordiali saluti