Utente 368XXX
Sono un ragazzo di 21 e da un paio di mesi a questa parte noto qualcosa di strano. La maggior parte delle volte l'erezione è normale, ma certe settimane ho come l'impressione che la tumescenza del glande sia minore, cioè raggiungo l'erezione durante la masturbazione se sono alzato, appena mi siedo la tumescenza del glande diminuisce, comprimo il muscolo pubococcigeo per mandare piu sangue al glande, si gonfia, ma dopo poco tempo si sgonfia come una spugna, l'asta del pene però è perfettamente eretta, sembra anche che la sensibilità in quei giorni è minore, e noto anche che sempre in quei giorni vado sempre in bagno per urinare anche a distanza di 15 minuti, il colore dell'urina è trasparente come l'acqua. In quei giorni mi accorgo che ho meno stimoli sessuali e meno voglia.
Per fortuna questi stati accadono solamente per 1 o 2 settimane al mese, il piu delle volte ho una tumescenza del glande, un erezione e degli stimoli sessuali normali.
Secondo voi cosa puo essere, questa cosa mi sta creando molta ansia? E poi non capisco perchè questo problema non è perenne, mi capita solo alcune volte al mese?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
difficile pensare a patologia organica: problema ansioso quello alla base di quanto racconta. Un colloquio psicologico bene fatto le chiarirà molte cose.
[#2] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2014
dottore lei non pensa che sia dovuto ad un fattore organico perche il problema non è perenne? ma solamente occasionale?
[#3] dopo  
362024

Cancellato nel 2015
Gentile ragazzo,

< Secondo voi cosa puo essere, questa cosa mi sta creando molta ansia? E poi non capisco perchè questo problema non è perenne, mi capita solo alcune volte al mese? >


In riferimento a quanto esposto dal Collega andrologo, appare che il suo corpo sia, particolarmente, sotto " attenzione " e questo può alimentare una caratteristica ansiogena già di base.


Potrebbe rivolgersi allo Spazio Giovani della sua città, dove in modo gratuito e di facile accesso, incontrare sia un andrologo, per ulteriori informazioni e chiarificazioni del caso, sia uno psicologo, per inquadrare accuratamente il disagio anche da questo punto di vista.


Un caro saluto
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
non è perennne perchè psicologico.