Utente 284XXX
Egregio dottore, la ringrazio sin da ora per il suo contributo. Sono un uomo di 41 anni che soffre di impotenza intesa come impossibilità di raggiungere l'eiaculazione. Il problema mi sembra legato alla sfera psichica in quanto soffro di psicosi ed attualmente assumo risperdal 8 mg. al giorno, entumin 15 gocce prima di coricarsi e tavor al bisogno. Sono single da circa dieci anni e da due mi sono accorto di siffatto problema per via delle masturbazioni e per essere andato a fare sesso con prostitute. Ho già parlato con lo psichiatra il quale ha chiesto un consulto andrologico. Il problema si sta rivelando un dramma dal momento che ciò andrebbe a ledere ogni possibile futuro rapporto di coppia. Le chiedo se i farmaci che assumo oramai da circa quindici anni possano incidere sul caso che le pongo e se ci sono terapie andrologiche che possano risolvere definitivamente il problema.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la malattia psichiatrica,con la relativa terapia,possono incidere sulla espulsione dello eiaculato per via extra uretrale.Il miglioramento dell' equilibrio psicofisico con la modificazione della terapia psichiatrica,potra' risolvere il sintomo.
Cordialita'