Utente 754XXX
salve ni chiamo antonella e scrivo per il mio ragazzo . da qualche giorno ha un herpes sul viso che gli ha procurato un infiammazione del trigemino e ha una ghiandola vicino all'orecchio molto gonfia . al pronto soccorso gli hanno detto di prendere aulin mattino e sera per 4 giorni , ma io sono un po preoccupata e mi chiedo se non ci sia bisogno di assumere un antivirale . finora ha usato solo crema zovirax.grazie a chi vorrà rispondermi.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Gentile Utente non si capisce se trattasi di Herpes Zoster o Herpes simplex nel primo caso utile assunzione addirittura per bocca degli antivirali nel secondo caso la terapia orale può lasciar spazio(in base all'obiettività clinica) alla sola terapia topica sempre comunque con antivirale.
Cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
è sicura che si tratti di coinvolgimento del trigemino? Ciò mi lascerebbe pensare più ad uno zooster; in questi casi meglio l'antivirale sistemico.
Cordialità
[#3] dopo  
Utente 754XXX

Iscritto dal 2008
vi ringrazio di avermi risposto cosi prontamente non sono sicura che il dolore al volto era causato dal trigemino infiammato era quello che pensava il dottore al pronto soccorso. non so come sapere che tipo di herpes è perchè non hanno detto niente al riguardo. con l'antinfiammatorio la ghiandola si è un po sgonfiata . pero' dopo il primo giorno il mio ragazzo ha preferito assumere tachipirina al posto dell'aulin. mi sembra che vada meglio rispetto a ieri, comunque se dovesse peggiorare può prendere un antivirale a compresse oltre alla crema zovirax ?










[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
non ci siamo gentile utente:

per il bene del suo partner è necessario fare una diagnosi precisa: se di H.zooster si trattasse, deve sapere che i reliquati post-infettivi a medio lungo termine (nevralgia post-erpetica) potrebbero essere molto invalidanti soprattutto in una zona del genere: per tale ragione, la terapia impostata deve essere il più possibile adatta (esistono nuovi farmaci attivi contro l'HZ in grado di dimiinuire la percentuale di nevralgie) l'unico in grado di fare una diagnosi corretta è il dermatologo: recatevi da questo specialista quanto prima.

cari saluti