Utente 368XXX
Buonasera, scrivo perchè ho un problema ormai da due anni;
ossia dopo aver eiaculato (masturbazione e/o coito) o semplicemente dopo un'erezione ,
ho lo stimolo ad urinare e nel atto provo bruciore intenso e un senso di "tappo" perchè faccio fatica ad iniziare, nel mentre non ho dolori e dopo aver urinato ho di nuovo un bruciore intenso e un senso di secchezza e della cute del glande oltre che un rossore della stessa.
Detto questo, io ho eseguito tutti gli esami di routine e non (esame urine, uroflussometria , cistouretrografia retrograda e minzionale,urocoltura,tampone uretrale,eco addome inf. ,spermiocoltura, tampone della cute del glande , citologie urinarie ).
Valutato da 3 urologi diversi, non so più come comportarmi e cosa fare, anche perchè è un problema che mi impedisce di vivere al meglio la mia vita in ambito sessuale.
Ringrazio tutti per la cortese attenzione,
Buona Serata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Militello
48% attività
20% attualità
20% socialità
PONTECORVO (FR)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Certamente un caso non semplice
Chiaramente l'erezione ( con e senza erezione ) porta ad una chiusura del collo vescicale temporanea .

Ha tentato una cura decongestionante per una eventuale prostatite abatterica?
[#2] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera, la ringrazio per la celere risposta,
sinceramente no, e cosa intende con una cura decongestionante mi scusi?
La ringrazio.
Buona serata.
[#3] dopo  
Dr. Andrea Militello
48% attività
20% attualità
20% socialità
PONTECORVO (FR)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
ci sono farmaci/integratori che tendono a ridurre eventuali fenomeni infiammatori/congestizi della ghiandola
[#4] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2014
Si mi hanno consigliato vari tipi di integratori come: Prostanorm e simili,però non hanno risolto il problema purtroppo.