Utente 687XXX
Salve, sono un ragazzo di 25 anni e
sono qui a chiedere un gentile parere su un nevo.
Premetto che le dimensioni si aggirano intorno al millimetro e mezzo (diciamo al massimo 2 mm), di forma circolare. E' un nevo che a periodi tende ad arrossarsi, con formazione di una crosticina (infatti se lo tocco sento uno spessore, come se il nevo fosse in rilievo) e arrossato nella zona circostante, sopratutto quando passo il dito nella zona vicina, essa risulta molto sensibile e si arrossa subito. L'arrossamento accompagnato da prurito si accentua sopratutto quando sono sotto la doccia forse a causa dell'acqua calda. Preoccupato ho deciso di fare una visita da un dermatologo (il quale ha colto l'occasione anche per fare la mappatura dei nei, risultata negativa).
Riguardo il neo in questione invece, alla prima visita il dermatologo mi ha fatto fare una terapia con "Fucicort" perché la crosta gli impediva di approfondire il nevo. Dopo un periodo di tempo le manifestazioni si sono alleviate (per non dire ritirate del tutto,ma più o meno) e ho fatto ricontrollare il nevo. A quel punto il dermatologo ha detto che secondo lui non era nulla di preoccupante e probabilmente si è trattato solo di una dermatite atopica. Ho fatto il test per allergie da contatto (patch test) ma è risultato tutto negativo (a rigor del vero in famiglia ci sono molti casi di soggetti a dermatite atopica).
Oggi ho notato che il nevo ha cominciato a dare le stesse manifestazioni (prurito, arrossamento, in rilievo ecc.) e sinceramente, nonostante le rassicurazioni del medico, ho un po' di ansia. Il dermatologo dice appunto che quel nevo è tranquillo, ma non riesco a spiegare perché l'arrossamento riguardi solo quella zona? E poi toccandolo è come se il nevo sia un po' in rilievo rispetto alla pelle circostante, quando succedono queste menifestazioni (normalmente non lo è)? Che si tratti di qualcosa di brutto?
Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente
Le hanno parlato di una reazione infiammatoria perinevica nota con il nome di neo di meyerson?
Al contrario il suo nevo è in rilievo?
Saluti
[#2] dopo  
Utente 687XXX

Iscritto dal 2008
Salve Dott. Laino, la ringrazio per la celere risposta.
Non mi hanno mai parlato di "neo di Meyerson"; non è stato mai accennato dal mio dermatologo.
Il nevo in condizioni normali non è in rilievo a differenza invece di quando si verificano tali manifestazioni. Mi spiego meglio: in condizioni normali, quando vi striscio il dito (scusi la spiegazione "rozza") sento che il neo è solo leggermente in rilievo (a volte neanche percepisco il "gradino")...
Quando invece ho fenomeni di arrossamento, prurito ecc. (quelli accennati nel primo post) e vi passo sopra il dito percepisco come un rilievo maggiore (che il dermatologo ha detto essere dovuto alla crosta che però io non intravedo ad occhio nudo).
Oltre al dermatologo, anche il medico di base ha detto che secondo lui è tutto normale e non devo assolutamente preoccuparmi.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Se il suo dermatologo l'ha tranquillizzata direi che io non posso fare altrimenti dalla sede telematica. Si affidi ai suoi dettami
Carissimi saluti.