Utente 367XXX
Buonasera,
sono una ragazza di 32 anni e da circa due devo estrarre il dente del giudizio superiore dx a rischio di ascesso. Ho già tolto quelli inferiori in passato (non in maniera facile visto che non posso assumere antidolorifici e devo sopportare il dolore per giorni). Purtroppo ho problemi con gli antibiotici. Ho assunto klacid e levoxacin anni fa in seguito ad un intervento e li ho immediatamente vomitati (il medico mi disse di essere intollerante). L''unico antibiotico che riuscì a prendere fu lo zimox, che ho assunto tranquillamente anche per le estrazioni. Un mese fa, per curare una gengivite, ho preso lo zimox ma ho avuto una spiacevole reazione: marcata debolezza e fortissime coliche simili a quelle renali per giorni, con diarrea protratta per settimane. Ho fatto un''ecografia di controllo per verificare problemi a colon o reni ed è risultato un ingrossamento del linfonodo ileo epatico. Adesso sto posticipando continuamente l''estrazione per paura di assumere antibiotici. Il mio medico mi ha consigliato il rulid, ma ho letto che appartiene alla stessa famiglia del klacid, che non posso assumere. Quale antibiotico mi consigliate? Esistono dei test allergologici sicuri per i farmaci? Aggiungo che ho sofferto di orticaria cronica qualche anno fa (mi è durata 8 mesi), adesso mi è rimasta solo un''orticaria da freddo, numerose intolleranze alimentari e dispepsia. Le analisi di routine, ves e proteina c reattiva sono nella norma. Ho solo un lievissimo aumento di eosinofili e bilirubina diretta. Ho avuto una brutta reazione anche in seguito al richiamo del vaccino anti tetano e difterite, magari sempre a causa dell''antibiotico presente in esso? Il dolore al dente va e viene da tempo, soprattutto negli ultimi giorni, e voglio toglierlo al più presto. Spero possiate aiutarmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Il quadro che descrive è quello di un'intolleranza (farmaci ma anche alimenti) che potrebbe risiedere in un problema organico del tratto gastro-enterico.
Non vi sono controindicazioni allergologiche all'uso di antibiotici, ma esiste il rischio che Lei possa non essere attualmente in grado di completare un ciclo terapeutico - qualsiasi molecola si volesse scegliere.
Le consiglio pertanto di andare a cercare una causa a monte, mediante valutazione gastroenterologica e relativi accertamenti.
Saluti e auguri per il nuovo anno,
[#2] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la sua celere risposta. Sono già andata da un gastroenterologo e l'unica diagnosi che mi ha fatto è quella di dispepsia indeterminata. Adesso devo togliere il dente subito dopo le feste, poiché il dolore è continuo e sono molto preoccupata. La ringrazio ancora e le porgo i miei più cari auguri di buon anno.