Utente 790XXX
Buongiorno,
ho 33 anni e nel 1998 ad una visita urologica di controllo mi veniva diagnosticato un varicocele sx di II grado e una piccola cisti sulla testa dell'epididimo sx. Mi venivano prescritti: ETG scrotale, Doppler funicoli spermatici, spermiogramma+indice fertilità. La ETG confermava varicocele polare sx ma di I grado, spermiogramma e I.F. erano buoni e il Doppler non evidenziava reflusso (grado 0 a dx e sx). Quindi non veniva giudicato necessario l'intervento chirurgico.
Quest'anno, quindi 10 anni dopo, sono andato ad una visita dallo stesso urologo in quanto mi è successo qualche volta di osservare la fuoriuscita di liquido simile a sperma durante la defecazione (premetto che a volte soffro di stitichezza). Alla visita la prostata alla palpazione risultava nei limiti e il medico mi consigliava di eseguire: ETG addome superiore e inferiore, esame del sangue e delle urine, spermiocoltura e spermiogramma.
Brevemente: la ETG non evidenziava nulla (riguardo alla prostata ecco la descrizione: "prostata ai limiti 40 mm circa diametro trasverso a regolare ecostruttura"). Esami ematici tutto nella norma (Es. emocromocitometrico, VES, Prot. C reattiva, Glucosio, Urea, Creatinina, GOT. GPT, Colesterolo totale, Colesterolo HD, bilirubina totale, diretta, indiretta, sodio, potassio, ac, urico, anticorpi anti nucleo) ed esame urine tutto bene. Urocoltura negativa per batteri aerobi e lieviti.
Spermiocoltura: negativa la ricerca di batteri aerobi e lieviti.
Spermiogramma:
Caratteristiche generali: ph 8.5, volume 3 ml, viscosità normale, colore opalescente, fluidificazione completa.
Mobilità dopo 1 ora: 33% in progressione rettilinea rapida (A), 20% in progressione lenta (B), 5% scarsamente mobili, 42% immobili (valori normali A>25%, A+B>50%).
Vitalità (test di Williams) dopo 1 ora 87% di spermatozoi viventi (val. normali >75%)
Conta: spermatozoi 58 milioni/ml (V.N.>20 milioni), emazie:rare, leucociti: 3 milioni/ml (V.N.<1 milione), cellule rotonde:assenti
Morfologia (secondo criteri di Kruger del 1997)
Forme normali 19% (V.N.>14%), Anomalie alla testa 73%, Anomalie del tratto intermedio 13%, Anomalie del flagello 5%.

Alla luce dei risultati degli esami vorrei un vostro consulto. In particolare sul significato dei 3 milioni di leucociti presenti (anche se il colturale è negativo, ma vengono cercati solo i batteri aerobi?). Ho fatto vedere gli esami al mio medico di base, il quale mi ha consigliato per ora di fermarci e ripetere gli esami tra 4-5 mesi. Ha notato i 3 milioni di leucociti, ma dal momento che VES e prot C reattiva sono nella norma non ritiene sia così preoccupante. Inoltre mi ha detto che il valore delle forme normali di spermatozoi è un po' basso essendo di solito intorno al 30-40%.
Vi ringrazio per l'attenzione e rimango in attesa di Vs, cortese risposta e a disposizione per ogni ulteriore informazione mi richiediate.
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la valutazione dell'esame del liquido seminale andrebbe fatta dall'andrologo il quale valuta i vari parametri in relazione al quadro clinico del Paziente.La spermatorrea da sforzo é spesso espressione di un processo congestizio/infiammatorio delle ghiandole annesse all'apparato genitale maschile (prostata e vescicole seminali) cui compete la massima parte della produzione di sperma.
La leucospermia anch'essa può essere una spia del medesimo fenomeno...Non é vero,secondo gli ultimi aggiornamenti,che la percentuale normale di spermatozoi normoconformati debba essere superiore al 30-40%,in quanto si parla del 15-20%.Mi interesserebbe conoscere il giudizio dell'urologo in relazione alla visita ed all'esame seminale che,comunque,mi sembra discreto.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 790XXX

Iscritto dal 2008
Caro Dr. Izzo,
la ringrazio per il consulto. In effetti ho chiesto al medico di base se era il caso che andassi a far valutare gli esami dall'urologo che mi aveva visitato, ma non ha ritenuto fosse necessario. Mi dovrei informare se effettua visite intramoenia e andare a pagamento. Secondo lei l'irregolarità intestinale puo' avere un nesso con la spermatorrea ? Grazie
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...il nesso può esserci,grazie alla contiguità del retto con la prostata (deputata alla produzione del 40% del liquido seminale).Cordialità.