Utente 368XXX
Salve, sono un ragazzo giovane ed ho da circa un anno problemi a mantenere l'erezione(anche durante la penetrazione perdo l'erezione), per di più ho spesso avuto dei dolori improvvisi al testicolo sinistro che mi doleva anche solo a camminare. Ora questo problema ai testicoli è mutato, provocando dolore al tatto in entrambi i testicoli, li sento bollenti e gonfi. Inoltre soffro anche di eiaculazione precoce, che però penso sia relativa ad un problema psicologico ed ho sempre avuto.
Vi scrivo per chiederVi se vi è la necessità di un consulto da un medico? Se sì dal medico di famiglia dall'urologo o dall'andrologo?
Aggiungo che da ieri ho la febbre, e da questa mattina bruciore all'uretra con difficoltà ad urinare tanto che non riesco ad urinare completamente dal bruciore ma devo fermarmi, e immediatamente dopo che mi fermo prurito al glande.
Aggiungo che da circa un anno bimestralmente effettuo dei salassi da 450 ml a volta dato che ho l'ematocrito molto elevato, può essere correlato con i miei problemi ?
Vi ringrazio in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la tumefazione scrotale rientra nelle urgenze andrologiche e,quindi,va posta una diagnosi differenziale che va posta da uno specialista,urologo o andrologo,con l'ausilio di un ecocolordoppler scrotale,Analogo discorso vale per le difficoltà' minzionali e per il prurito al glande che non necessariamente sono da correlarsi alla sintomatologia scrotale.Non troverei un rapporto tra tra l-ematocrito e quanto ci trasmette.Cordialita'