Utente 270XXX
Gentili dottori è da 3 mesi circa che soffro di dolori ai polsi, all'avambraccio e alle mani.Ho parestesie continue alle dita delle mani ed in particolar modo alle prime tre. A volte ho dei dolori che si irradiano sull' avambraccio, la parte superiore, ed arrivano fino a alle prime tre dita.I sintomi si accentuano se prova ad alzare i palmi della mano(quindi flettendo il polso in modo da fare alzare le mani verso l' alto). Il mio medico mi ha fatto fare un elettromiografia la quale è uscita negativa ed una RM cervicale la quale ha evidenziato una rettelineizzazione del rachide cervicale e 2 ernie in corrispondenza del tratto c5-c6, c7-c8. Da dove può venire il problema? Grazie a presto!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

noi non possiamo fare diagnosi a distanza.

Il primo approccio deve essere di una visita specialistica.

Posso solo dirle che molto probabilmente lei soffre di una Sindrome del Tunnel Carpale associata a un altro problema (epicondilite?), ma il tutto va confermato con visita + eventuali esami strumentali.

La negatività dell'EMG non ha un valore assoluto, essendo molto frequenti i "falsi negativi".

Buona notte.
[#2] dopo  
Dr. Filippo Boriani
24% attività
4% attualità
16% socialità
SESTO FIORENTINO (FI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Caro utente, potrebbe essere indicato fare una ecografia del nervo medianoall'avambraccio-polso, cioe' il nervo che corrisponde anatomicamente ai disturbi descritti. A volte piu' sedi di compressione sulle stesse strutture nervose ma a diversi livelli, che nel suo caso potrebbero essere collo, forse i muscoli alla radice dell'avambraccio, forse il canale carpale, sommandosi generano un effetto compressivo risultante notevole che si manifesta con i disturbi descritti.
[#3] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
Gentili dottori, grazie delle celeri risposte. Ho prenotato una visita specialistica per martedì. Nel caso delle diagnosi da voi descritte quali sono le possibili cure? Grazie ancora.
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Se si tratta di una STC si può fare un intervento di decompressione oppure tentare con una terapia neurotrofica a base di vitamine, L-acetilcarnitina, acido alfa lipoico e acido gamma-linolenico.

Circa i dolori a polso e avambraccio, in base alla diagnosi fatta dallo specialista, si potrà fare una terapia fisica (laser yag, ultrasuoni, tecar, ecc.) oppure infiltrativa locale a base di steroidi.