Utente 368XXX
Salve a tutti sono giuseppe ho 20 anni votrei avere dei consulti appunto da voi medici praticamente piu di una settimana fa ho iniziato ad avere I classici sintomi del l'influenza (mal di gola naso chiuso ecc) e fin qui nulla che poetesse farmi preoccupare,permesso che sin da piccolo soffrivo di asma poi 6 anni fa sono stato in ospedale per problemi di pressione molto alta dovuta dall'obesità feci tutti i controlli (endocrinologici cardiologici ecc. Ma non avevo assolutamente nulla. Solo delle extrasistole che ho scoperto di avere circa 5 mesi fa durante un'ennessima visita cardiologica. Sono un tipo davvero molto molto ansioso e anche in sovrappeso. Tornando al problema di adesso,il giorno dopo ai sintomi d'ellinfluenza ho preso una bendelan per aiutarmi con i polmoni a respirare meglio ma dopo aver pranzato ho iniziato a sentirmi mancare l'aria ed oho pensato sin da subito che fosse una conseguenza al naso chiuso,invece nel giro di pochi istantI ho iniziato ad avere un senso di peso sul petto fiato corto e di conseguenza tachicardia non potevo neanche parlare tanto ero affaticato Alchè sono corso in pronto soccorso dove arrivato la la dottoressa mi ha misurato la pressione ed eraaltina con battiti accelerati poi mi ha controllato I polmoni e mi disse che erano liberi e che ero solo un po influenzato e mi face andare a casa dicendomi che potevo prendere unaltra bendelan in pasticche e che avevo avuto solo ansia... tornato a casa iniziai a calmarmi fatto aereosol ho preso unaltra bendelan e anche una camomilla.. mi tranquillizzai la morta al petto nn la sentivo piu cosi forte.. la sera prima di dormire ho iniziato a sentirla dinuovo mi sentivo questo enorme peso seguito da tachicardia capogiri e debolezza allora dissi basta devo andare in ospedale arrivato la dinuovo tachicardia senso fortissimo di costrizione al petto e panico totale mi hanni fatto l'elettrocardiogramma e risultava solo una forte tachicardia mi diedero dei tranquillanti sotto la lingua e mi rilassai un po e poi dinuovo un secondo elettrocardiogramma e la tachicardia era abbassata i medici mi mandarono a casa con il risultato di ansia e tachicardia... Dopo alcuni giorni il peso un po di meno la notte potevo dormire e se capitava dinuovo il senso di pesantezza opprimente al torace bastava la camomilla e aereosol e mal di testa e da circa tre giorni che riesco ad espettorare un po di catarro ma sempre qualche giorno fa ho chiamato il mio medico curante ed è venuto in casa mia per controllarmi e dopo avermi visitato I polmoni mi ha detto che erano liberi e che devo fare una visita cardiologica perche puo trattarsi di ansia e da quel momento in poi panico paura di morire insonnia fino alle 3 di mattina paura di un infarto ecc..adesso in attesa di una visita cardiologica sono in preda al panico tralaltro ieri mi sentivo molto meglio anche se oggi dopo aver saputo dI una btutta notizia dopo aver pranzato ho iniziato a sentire il peso sul petto tachicardia paura di morire affaticamento
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Leggo casualmente la sua richiesta e Le rispondo per venire incontro alla sua ansia.

Comprenderà bene che quando un disturbo è così vago ed aspecifico e può dipendere da molte cause, un consulto a distanza non può apportare alcun contributo alle sue aspettative.

Magari si potessero risolvere tanti problemi di salute senza una visita.

E tra l'altro in questi casi senza una visita è severamente vietato.
Il consulto a distanza è consentito su diagnosi già documentate o per dare consigli dopo un inquadramento diagnostico.

Mi dispiace

Intanto

1)Ma perché non coinvolgere il curante per un inquadramento di base e poterlo poi indirizzare allo specialista più idoneo ? Nel suo caso da quanto scrive (già visitato in P.S) il cardiologo la tranquillizzerà senz'altro, ma poi tornando a casa tornerà ad avvitarsi sulle sue paure. Parli con il suo curante sulla opportunità di un supporto psicologico.

2) Pur con tutte le difficoltà che esprime non smetterei ASSOLUTAMENTE
l'attività fisica che contribuisce a controllare parte della sua ansia

3) A proposito di ansia STACCARE dal suo PC per la ricerca di informazioni sulla salute e che, questo sì, incrementa pericolosamente il suo livello di ansia.

Legga perché in questi consulti (anche se richiesti su temi differenti)

http://www.medicitalia.it/consulti/archivio/273602-per_il_dott_catania.
e
http://www.medicitalia.it/consulti/Chirurgia-generale/445504/Per-il-dr-

Tanti saluti
[#2] dopo  
Utente 368XXX

Iscritto dal 2015
Salve Dr.Salvo Catania,innanzitutto volevo ringraziarla per aver preso in considerazione il mio messaggio,e poi le dico che oggi dopo aver scritto la mia condizione sul medesimo sito,ho avuto un forte attacco di panico con i seguenti sintomi:senso di potentissima oppressione al torace con iperventilazione tachicardia e un senso enorme di svenimento tremore e debolezza Alchè mi sono recato d'urgenza al san giovanni di Dio agrigento,arrivato in prontosoccorso mi hanno chiesto I sintomi poi mi hanno misurato la pressione ovviamente era alta e mi hanno somministrato xanox per far abbassare la pressione dopo mi hanno fatto l'elettrocardiogramma e nn cera nulla esami degli enzimi e nn cera nulla ecocuore e ancora nulla radiografie ai polmoni e ancora niente di niente risultati tutti negativi problema? ANSIA..e quando mi vengono gli atacchi devo imparare a gestirla da me e con i tranquillanti! Ma io anche se un po sollevato ho TANTISSIMA paura ancora perche temo di morire durante uno di questi attacchi perche e davvero una sensazione tragica! Poi penso se me ne uscirò mai piu e mi deprimo. Comunque mi hanno inoltre ovviamente detto che devo assolutamente dimagrire.. e lo faro! Cordiali saluti e ancora grazie dottore!!!