Utente 139XXX
Salve sono un ragazzo di 24 anni e controllando il libretto delle vaccinazioni c'è scritto che l'ultimo richiamo per il tetano risale al 27 Luglio 2005, quindi quest'anno dovrei eseguire una dose di richiamo. Leggendo un po' in giro su internet c'è scritto che a volte, anche se in rari casi, il richiamo di questo vaccino può avere effetti collaterali anche gravi e che al giorno d'oggi è molto difficile contrarre questa malattia, visto che basta una profonda pulizia con acqua ossigenata per scongiurare ogni pericolo. Leggendo gli effetti collaterali del vaccino mi è venuta un po' di paura e ho anche letto che prima del vaccino sarebbe utile un dosaggio degli anticorpi plasmatici contro il tetano per evitare effetti indesiderati. Volevo chiarezza al riguardo e se comunque anche per quest'anno sono coperto dal rischio di contrarre la malattia. Grazie per l'attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato
28% attività
0% attualità
16% socialità
()
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
La effettiva copertura anticorpale non è garantita per dieci anni. Normalmente si consiglia, in caso di ferite e trascorsi cinque anni, di fare subito il richiamo.
Detto questo , nessuno può obbligarLa a vaccinarsi , con l'esclusione dell'esercizio di determinate attività lavorative : es. operaio edile, asfaltatore, metalmeccanico , ecc. ecc. ecc. , sportivi iscritti al coni, vedasi legge n° 292 del 1963.
In caso di ferite resterà a lei tenersi il dubbio di aver contratto l'infezione con conseguente quanto inutile ansia.
Se le vaccinazioni degli anni passati non hanno dato noie , molto difficilmente anche questa ne darà.
cordiali saluti.