Utente 294XXX
Buongiorno. Mi sono operato di varicocele sinistro di terzo grado a fino luglio 2014 (con legatura chirurgica). Dopo un mese avvertivo ancora dolori al testicolo e così ho deciso di effettuare un ecocolordopler scrotale dei vasi spermatici che ha rivelato un vericolece sempre di terzo grado.

La mia domanda è: ma dopo un mese si può parlare di recidiva o di operazione mal riuscita?

Io ho tentato anche una scleroembolizzazione prima della legatura chirurgica, però l'operazione non è stata possibile perché

Ora io mi ritrovo a cinque mesi dall'operazione con sempre un varicocele di terzo grado, un testicolo dolorante (con bruciore durante l'eiaculazione e crollo del desiderio sessuale) e l'impossibilità di operarmi diversamente da quanto già tentato.

Cosa dovrei fare, ritornare dal medico che mi ha operato per sentirmi dire che devo rioperarmi? Chi mi assicura che non avrò recidive? Ha davvero senso continuare ad operarsi?
Io non ne posso più. Prima dell'operazione, a parte i problemi di ridotta fertilità, stavo benissimo. Ora non ho risolto nulla e sto peggio di prima.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,vado che ritorna sul problema...Non esiste un rapporto diretto di causa/effetto tra il varicocele,primitivo o recidivato,e disfunzione sessuale,erettile,eiaculatoria, orgasmica o da desiderio ipoattivo.Esiste,invece,una relazione con la polemizza scrollate che può essere oggettivata solo dallo andrologo di riferimento.Esegua uno spermiogramma con coltura e,se ritiene,ce ne comunichi l' esito. Cordialita'
[#2] dopo  
Utente 294XXX

Iscritto dal 2013
Ripeto le domande perché non ricevo risposte. Io capisco che non possiate avere un quadro completo in un consulto via internet, però è anche vero che se faccio una domanda semplice ("Se il varicocele è presente dopo un mese dall'operazione si può parlare di recidiva o di operazione mal riuscita? - la domanda è anche nel titolo del consulto) e non ricevo una minima risposta, allora provo a riformulare la domanda.

Nel mio caso non è il varicocele a crearmi bruciore, ma l'intervento chirurgico (prima stavo benissimo, dopo l'intervento - varicecele recidivo o meno - mi ritrovo un testicolo dolorante. Il nesso c'è per forza).

Non voglio riportare gli esiti degli esami online, preferisco parlarne di persona con i medici. Quello che vi chiedo gentilmente (e vi prego di rispondermi) è che cosa si può fare se il varicocele è già stato operato tramite scleroembilizzazione e tramite legatura ma c'è ancora. L'unica soluzione è rioperarlo?

Sono due domande. Il sito è ottimo e i medici che rispondono ammirevoli. Però se non date mai una risposta diventa inutile.

Grazie mille e buona giornata.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...anche se la battitura della mia risposta e' stata modificata dal computer,credo che si evinca chiaramente come il nesso con l'intervento di varicocele esiste con la dolenzia testicolare e se l'eco-
colordoppler evidenzia una recidiva,l''unica soluzione e'quella chirurgica e non quella sclerosante,già' fallita.Esegua lo spermiogramma con coltura.Cordialita'