Utente 368XXX
buon giorno ho 58 anni soffro da tempo di erezione ho fatto tanti tentativi di cura senza vedere niente di buono .ho fatto dei esami eco colordoppler penieno con esito presenza di shunt dorso cavernosi al III° prossimale con flusso di 33 cm/ sec a destra e 42 cm/ sec a sinistra.. Cambio andrologo e mi fa fare una cura per alzare il tetosterone senza essere visitato per 1 mese,ritorno e mi da delle fiale di gonasi prima da 1000 poi 2000 poi 5000 con intervalli di 10 giorni insieme a delle pastiglie di levitra con risultato debole ora mi ha dato altre fiale prima testovis ora testovir ma sono al punto di partenza ora chiedo a voi devo continuare lui dice ci vuole tempo ma io non credo.Ho visto il vostro sito e mi appello a voi grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
ritengo che il primo passo sia una diagnosi corretta. Testosterone va dato se si è prima identificato un suo deficit. Ha fatto dei dosaggi di testosterone con riscontro di livelli bassi prima di assumere testosterone? Tenga conto che le cause ormonali sono solo alcune (e decisamente non le più frequenti) di difficoltà di erezione.