Utente 369XXX
salve,
scrivo per esporre un problema ricorrente che mi colpisce al glande e al prepuzio ricorrentemente, forse in media una volta al mese o 2. L'ultima manifestazione avuta poco prima di Natale si è presentata con delle chiazze rosse eritematose, presenti inizialmente soprattutto sulla corona del glande ove erano presenti rigonfie e accompagnate da quache piccola bollicina. Le chiazze si sono estese poi su parte del prepuzio, colpendo prima un lato e successivamente l'altro. Mi sembra di notare in corrispondenza di tali manifestazioni dell'essudato e fenomeni erosivi. A ciò si accompagna spesso un lieve prurito che generalmente "preannuncia" la manifestazione e che in singoli istanti può essere anche intenso e una diminuizione della pressione urinaria. Nei passati episodi spesso agli arrossamenti seguivano delle "bollicine" biancastre che in brevissimo tempo evolvevano in cerchietti vuoti per poi sparire ma non negli ultimi. Dopo visita andrologica ho effettuato un tampone questa estate per miceti e batteri ed è risultato negativo, ho effettuato tampone per analisi per hsv1 e 2 in precedenza dopo visita specialistica dermato venereologica ed è risultato negativo. Effettuata nuova visita specialistica dermatovenereologicaad ottobre e trattato con triderm mousse x 15 gg , ma il problema si è appunto ripresentato dopo un mese e mezzo. In precedenza altre visite specialistiche sospettavano balanopostite, consigliati sciacqui con acido borico... sono anni che provo a sentire specialisti ma non riesco a trovare una soluzione definitiva. Spesso arrivo alla visita con la sintomatologia in remissione poichè le manifestazioni durano generalmente 3-4 giorni quindi risulta difficile mostrare al medico la fase acuta. Posso aggiungere di ricordare molto tempo fa (10 anni circa) un episodio particolare di eruzione di numerose vescicole bianche attigue sul prepuzio e nel solco balanoprepuziale che mi hanno procurato una momentanea parafimosi dovuta a secchezza del prepuzio, episodio sparito spontaneamente e mai più ripresentatosi a distanza di una ventina di gg da rapporti sessuali con partner che ha poi scoperto di essere affetta da hpv degenerato in carcinoma cervice uterina. Alla luce dei fatti vorrei chiedere un parere su queste manifestazioni che periodicamente si presentano... indipendentemente dalle partner che ho avuto negli anni. Gli specialisti interpellati fin'ora propendono per l'esclusione di malattie infettive, con unico dubbio per l'HSV per il quale feci il tampone... testati anche HIV e sifilide negativi.
Vorrei sapere se è plausibile una balanopostite batterica, da papilloma virus, da candida o una balanopostite non infettiva o un lichen sclerosus, o qualche altra patologia che non è stata finora individuata... insomma vorrei riuscire a individuare il problema e possibilmente risolverlo definitivamente!
Vi ringrazio molto per il vostro aiuto

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
La presenza di macchie bianche sulla mucosa genitale in associazione alla fimosi che descrive potrebbe deporre in linea teorica anche per una lichen scleroatrofico: nessuna diagnosi da questa sede ma solo l'idea ed il consiglio di recarsi presso lo specialista di venereologia di sua fiducia e produrre una visita al fine di chiarire con esattezza l'esatta natura della sua condizione.
Per ulteriori informazioni generali può leggere nel sito www.lichenscleroatrofico.it
[#2] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2015
Grazie dott. Laino per la sua veloce risposta.
Stavo proprio pensando di prendere un appuntamento con lei, ma al momento non ho sintomatologia evidente. Mi consiglia di venire comunque a fare la visita o di aspettare un nuovo episodio?
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Se non ha una sintomatologia evidente direi di non preoccuparsi alquanto.
In caso contrario potrà scegliere il suo specialista nella sede a lei più opportuna.
Ancora saluti.
[#4] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio dottore per la sua attenzione.
Vorrei precisare però che non ho sintomatologia evidente in questo momento, ma ho avuto un ultimo episodio importante appena prima di Natale, risoltosi in 5/6/7gg e che periodicamente questo problema si ripete (senza bollicine bianche ultimamente). Ho inviato delle foto dell'ultimo episodio allo specialista che mi ha visitato l'ultima volta che mi ha consigliato di farmi vedere immediatamente appena si ripresenta il problema per osservarlo in fase acuta. Fortunatamente come ho descritto la durata è limitata e quindi volevo chiederle se non sia il caso di farmi vedere anche quando la sintomatologia non è così evidente o apparentemente assente, magari per eseguire qualche tipo di analisi. Mi piacerebbe fissare una visita anche con lei per un ulteriore parere e mi chiedevo se anche lei preferirebbe osservare la manifestazione in "fase acuta" o se può essere indicata una visita anche al momento, magari corredata dalle foto prese nell'ultimo episodio.
Grazie ancora e cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

Direi sicuramente di attendere una manifestazione più evidente, sebbene possa considerare che un lichen scleroatrofico non va e viene senza lasciare tracce, dopodiché potrà produrre la visita specialistica ti venereologia nella sede alle confacente.
[#6] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio molto dottore, attenderò allora il ripresentarsi del problema.
Sono determinato a risolverlo definitivamente se possibile.
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Cari saluti a lei