Utente 361XXX
Salve, sono una ragazza di 21 anni. Ho sempre avuto una pressione regolare (120/75) e a volte anche leggermente più bassa della norma.
Qualche anno fa ho fatto una visita cardiologica perché accusavo un leggero dolore al centro del petto e a volte avevo i battiti accelerati. Nella visita non è stato riscontrato nulla di anomalo se non un soffietto al cuore che ho fin dalla nascita, e i sintomi che avevo sono stati attribuiti a dolori intercostali causati da un periodo di stress. Inoltre, al tempo della visita, prendevo la pillola anticoncezionale e il cardiologo ha attribuito questi sintomi anche ad essa, quando ho smesso di assumerla infatti sono spariti.
Nell'ultimo mese sento di nuovo un lieve fastidio al centro del petto, a volte anche i battiti accelerati e soffro spesso di mal di testa. A volte mi capita anche di sentirmi affaticata dopo aver compiuto azioni che non richiedono grandi sforzi (come salire le scale). Questa cosa mi preoccupa parecchio perché misurando la pressione ho notato che è aumentata: 130/80.
Nella famiglia di mio padre molte persone soffrono di ipertensione, compreso lui.
130/80 è un valore alto per la mia età? Dovrei ripetere una visita cardiologica o (essendo sotto esami) i sintomi possono essere ancora attribuiti allo stress? Sono due anni che prendo di nuovo la pillola anticoncezionale (diversa dalla prima) ma i sintomi si sono presentati solo ora, posso attribuirli di nuovo ad essa?
Ringrazio per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
I suoi valori pressori sono normali. I sintomi potrebbero sempre essere dovuti allo stress (se c'è relazione con la pillola anticoncezionale deve chiedere al suo ginecologo di fiducia). Se non l'ha già fatto per completezza sarebbe comunque opportuno eseguire un ecocardiogramma, anche per confermare l'ipotesi di un soffio innocente.
Cordialità