Utente 236XXX
Buongiorno sono una ragazza di 29 anni, ho sempre goduto di una buona salute.
Ho avuto una gravidanza a termine nel 2010 e una nel 2013 con decorso di entrambe regolare.
Recentemente la ginecologa mi ha consigliato di eseguire tutti gli esami inerenti la coagulazione per un'eventuale prescrizione della pillola anticoncezionale.
Premetto che dallo scorso estate soffro molto di crampi alle gambe e dolore alle caviglie sia durante l'attività giornaliera che durante la notte a riposo.
Ho ritirato ieri l'esito degli esami ed è emerso:
- INR 0.99 (0.85-1.15)
- Fibrinogeno 168 mg/dl (200-400)
- Antitrombina 95% (80-120)
- D-dimero 3576 (0-500)
- Proteina c cromogenica 85% (70-130)
- Proteina s libera 64% (58-120)
- Resistenza alla proteina c attivata 0.80 (valori negativi per ratio >0.80)
Essendo positiva consigliano di eseguire il test genetico di conferma.
Alla luce di questi esami, nell'attesa di eseguire il test genetico, posso stare tranquilla o devo adottare qualche precauzione?
Mi chiedo infatti se sarà necessaria l'assunzione di qualche farmaco anticoagulante.
Ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Può stare tranquilla....non deve assumere alcun anticoagulante al momento. Faccia pure la stratificazione genica.
Saluti cordiali