Utente 369XXX
Salve, espongo brevemente la mia storia, ho 30 anni ed 8 anni fa ho subito un trauma da scoppio che mi ha prodotto la perdita dell OD e un forte trauma all OS, il quale in seguito a "spappolamento"del cristallino mi e stato sostituito con IOL e successivamente a cataratta secondaria Yag Laser. Fortunatamente e molto lentamente nel giro di due anni ho recuperato progressivamente gran parte del visus, avendo allo stato attuale 6/10 senza lenti e 9/10 con lenti astigmatiche. Cio che mi preoccupa, ed il motivo del consulto,è; effettuando le visite di routine adesso ogni 6 mesi, dall esame dell OCT si è evidenziata la presenza di (scrivo ciò che letteralmente ha diagnosticato il mio oculista) "lieve riflesso di cellophane maculare", alterazione dello strato del segmento int/est dei fotorecettori lungo il fascio interpapillo-.maculare, qualche deposito nasalmente alla fovea, minima diminuizione dello spessore foveale, lieve contrazione della MLI, (retina perfettamente piana)
Questa situazione è rimasta invariata ormai da 8 anni, ed e appunto da 8 anni che soffro di continui
flash e "mosche volanti". Le mosche volanti ho imparato a non considerarle e non mi pesano i flash sono la mia maggiore preoccupazione in quanto non penso che possano durare ancora per molto senza che prima o poi "strappino" la retina.
Arrivo alle domande:
1) IL cellophane maculare, regredisce sempre, dal momento che viene definita come malattia degenerativa, cioe, dovrò prima o poi essere operato per la rimozione, o esistono percentuali nel quale la malattia si ferma???
2) ho letto di questa nuova cura, "iniezioni di ocriplasmina" per la sindrome dell interfaccia vitreo-retinica; è possibile adottarla nel mio caso prima che questa regredisca e crei maggiori danni???
3) ultima domanda, che voi sappiate, avete conoscenza di persone che hanno avuto sintomi quali flash da trazioni vitreo-retiniche per cosi tanto tempo. Per quanto ancora li dovrò sopportare e vivere nella paura che il prossimo mi strapperà la retina::.

Scusate mi sono dilungato troppo, ma è il mio unico occhio, la mia unica finestra e il mio unico desiderio che mi renderebbe finalmente sereno e felice è proprio sapere di poter vedere per il resto della vita...(sarei disposto ad inviarvi anche gli esami OCT tramite mail)

Grazie
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
sue domande

1) IL cellophane maculare, regredisce sempre, dal momento che viene definita come malattia degenerativa, cioe, dovrò prima o poi essere operato per la rimozione, o esistono percentuali nel quale la malattia si ferma???

risposta
mi spiace il cellophane maculare forma una sottilissima membrana epiretinica
che a volte puo’ dare dei fenomeni di trazione sulla macula
se cio’ dovesse verificarsi si puo’ eseguire una chirurgia vitreoretinica mini invasiva.

2) ho letto di questa nuova cura, "iniezioni di ocriplasmina" per la sindrome dell interfaccia vitreo-retinica; è possibile adottarla nel mio caso prima che questa regredisca e crei maggiori danni???

risposta si certo
il farmaco e’ disponibile in Italia e non e’ a carico SSN

3) ultima domanda, che voi sappiate, avete conoscenza di persone che hanno avuto sintomi quali flash da trazioni vitreo-retiniche per cosi tanto tempo. Per quanto ancora li dovrò sopportare e vivere nella paura che il prossimo mi strapperà la retina::.

risposta
ci sono molte persone nelle sue condizioni

per piacere mi scannerizzi gli esami OCT e me li faccia avere su questo sito
oppure all’indirizzo mail

profluigimarino@gmail.com
[#2] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2015
Grazie prof. Marino, glie li invio nella sua casella di posta elettronica, perche qui, su questo sito non ho idea di come inserirli gli esami, e la ringrazio ancora infinitamente per la cortesia..