Utente 333XXX
Salve irei sera dopo circa 3 ore dalla cena ho cominciato ad avere dei dolori in intensita media forte, tipo bucature all'addome, a destra, subito sopra l'ombelico. Il dolore ha persistito per circa 3 ore, durante le quali ho avvertito un picco di forte nausea pero senza riuscire a vomitare, ed il dolore pur rimanendo in sede, è andato ad aggiungersi al fianco destro in zona iliaca.
Dolore persistente, che aumenta con i movimenti e con la tosse. Anche facendo respiri profondi. Sono stato dalla guardia medica che mi ha detto di escludere appendicite ma per sicurezza rivolgermi al pronto soccorso per ulteriori indagini.
Andato al pronto soccorso sono stato visitato, palpato e con i soli test di palpazione dell'addome non potevano con certezza riferire caso di appendicite, poiche il dolore con la pressione a volte c'era a volte no. Quindi, analisi sangue, urine e ecografia.
Risultati analisi: indico solo i valori "sballati"

Glucosio 114 - riferimento (60-110)
Leucociti 10,86 - riferimento (4,8-10,8)
Conc.emog.media 36,9 - riferimento (31-35)
Neutrofil 80 - riferimento (40-74)
Linfociti 11,7 - riferimento (19-48)

Emocromo
Neutrofili 8,69 - riferimento (1,9-8)

ECO ADDOME COMPLETO

riporto solo le cose "negative"
Prostata di volume nei limiti superiore (diametro trasverso 47,4mm)
Appendice non direttamente visualizzata e scarsamente dolente alla pressione con la sonda nella presunta sede. anse ileali con peristalsi accentuata. Utile correlazione clinico-laboratoristica ed eventuale controllo eco in base all'evoluzione clinica.

Diagnosi
Colica addominale

Adesso sono passate 18 ore dall'inizio dei sintomi ed ho ancora, seppur in maniera molto ridotta, dei doloretti sempre in zona bassa a destra e accanto all'ombelico.

In bagno sono andato regolarmente, sia ieri mattina che questa mattina di ritorno dall'ospedale.


Vorrei avere un vostro parere basato sulle informazioni riportate, storia dell'accaduto e risultati ematochimici.
Sono, come potrete ben immaginare molto pauroso ed in particolare ho paura di una appendicite infiammata o peggio, peritonite.
Una vostra rassicurazione, parere e/o consiglio mi sarebbe molto di aiuto.

P.s. Non mi è stata data nessuna terapia, per quanto riguarda la dieta cosa mi consigliate?


Mille mille grazie :)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
comprenderà la difficoltà di fornirLe a distanza indicazioni che risultino più attendibili di chi ha avuto la possibilità di osservarLa dal vivo.
Con questi limiti i sintomi riferiti e l'andamento del quadro clinico non sembrerebbero attribuibili ad un quadro di appendicite acuta.
Gli esami ematochimici sono tutti sommato ai limiti alti della norma e andrebbero ripetuti nei prossimi giorni.
Una dieta prudenziale (NO alimenti pesanti, grassi, fritture, alcool, caffé, ecc.) sarebbe opportuna per qualche giorno.
In caso di dubbio un controllo del Suo Medico potrebbe essere auspicabile.
[#2] dopo  
Utente 333XXX

Iscritto dal 2014
Grazie per la pronta risposta buona serata