Utente 361XXX
Buongiorno cordiale Dottore,
sono un ragazzo di 32 anni, di Treviso, sono alto 186 cm e peso 74 kg, non sono fumatore e sono astemio. Ho sempre fatto sport dall'età di 7 anni prima calcio poi nuoto, da un anno ho sospeso lo sport perchè a causa di problemi di natura psicologica sono stato colto da forti e frequenti attacchi di panico che mi hanno "colto" anche durante la mia attività sportiva.
Sono ricorso ad uno psicologo e uno psichiatra i quali mi stanno curando da 2-3 mesi con 50 mg di sertralina (ssri) e dello Xanax (benzodiazepina) assicurandomi che tali farmaci non hanno influenza significativa sull'attività cardiaca.
Io vorrei riprende a fare sport ma sento spesso tipo delle "extrasistoli" durante la giornata, questi "tuffi" al cuore sopratutto quando mi sento più ansioso. Perchè questo accade?
Mi sono sottoposto 2 mesi fa ad analisi del sangue (nessuna dislipidemia) , un elettrocardiogramma a riposo e ad un ecocardiogramma, non è stato rilevato nulla di anomalo. Il mio medico mi dice che l'ultimo esame da fare per avere la massima tranquillità è la prova da sforzo massimale. Ho già eseguito anni fa questo esame quando ero ben allenato adesso che sono fermo da un anno ho paura che avendo un cuore senza più allenamento sottoporlo ad uno sforzo massimale possa creare aritmie mortali o infarto. C'è questo rischio oppure si può fare uno sforzo massimale anche senza allenamento?
GRAZIE MILLE
Alessandro

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Direi che e' proprio nel cuore non allenato che la prova da sforzo e' importante.
Sara' importante vedere se le aritmie che lei avverte siano o meno dipendenti dallo sforzo
Lo esegua tranquillamente, e che sia massimale!
Arrivederci