Utente 781XXX
Buongiorno, dopo 3 operazioni x unghia incarnita, il mio compagno è decisamente stanco di farsi operare con risultati che perdurano al max 3 mesi... abbiamo constatato, a forza di medicazioni ed osservazione, che è la carne sul lato dell'unghia a crescere senza sosta, tanto è vero che ogni 2 settimane circa bisogna eliminare la carne in eccesso ormai callosa... cosa non difficile visto che si sfilaccia, lasciando spazio alla cute viva... adesso però, la situazione peggiora, in quanto la carne in esubero inizia a crescere anche sotto parte dell'unghia fino aduscirne dalla parte frontale! Noi le abbiamo provate tutte: aureomicina, bagni in acqua e sale e medicazioni continue con acqua ossigenata, visto che è sempre infetta la zona e ne fuoriesce materia mista a poco sangue! Ho anche le fotografie di questa problematica, se mi sapeste indicare a chi potremmo rivolgerci e soprattutto di quale patologia potrebbe trattarsi, visto che unghia incarnita non è! Attendiamo con ansia Vs. opinioni! Grazie mille anticipatamente!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
Come può immaginare è davvero difficile rispondere al quesito senza aver preso visione dell'obiettività clinica. In linea generale le consiglierei di rivolgersi ad un dermatologo, magari lo ha già fatto ma insista. Potrebbe trattarsi di un semplice "granuloma piogenico" che spesso insorge nella piega ungueale laterale dei pazienti affetti da unghia incarnita, o di neoformazione di altra natura che andrebbe indagata. L'intervento elettivo per risolvere il problema dell'unghia incarnita (ammesso appunto che lo sia) è la "matricectomia selettiva" non la semplice asportazione della lamina ungueale. Rimuovendo una piccola parte di matrice dell'unghia la lamina crescerà "più stretta" limitando così la possibilità che una porzione di essa si approfondisca all'interno dei tessuti periungueali.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 781XXX

Iscritto dal 2008
Gent.mo Dott. Brunelli,
La ringrazio molto per la Sua risposta ed il tempo dedicato, ho provveduto a fissare l'appuntamento con un Suo collega del San Lazzaro di Torino (mi hanno detto che sono molto bravi in dermatologia...); spero che questa volta, visto che la Dott.ssa Medico di base che ha in cura il mio compagno, messa davanti ad un parere di un collega e non solo più al mio (da semplice laureata in lingue e non in medicina) ha concordato con la Sua ipotesi, ha segnalato sull'impegnativa "sospetto granuloma"... era ora dopo tre interventi e le continue lamentele sul fatto che fosse la pelle a crescere e non l'unghia! Il consulto è fissato per il 27 c.m. le farò sapere la diagnosi!
Grazie ancora
Cordialmente
Elisabetta