Utente 236XXX
Buongiorno, sono una donna di 54 anni affetta presumibilmente da s. di alport (diagnosi effettuata su biopsia di mio padre, trapiantato renale). Ho "ereditato" la malattia da mio padre e l'ho trasmessa a mio figlio, consapevole del fatto che in questo tipo di patologia le donne difficilmente si ammalano...ahimè sono i maschi che finiscono prima o poi in dialisi.
Invece, nell'ultimo anno, i risultati degli esami di laboratorio stanno confermando che l'evoluzione in insufficienza renale sta raggiungendo livelli preoccupanti.
In sintesi, a febbraio 2014 avevo 78 di clearance di creatinina, a settembre 57, ad ottobre 45, a novembre 35 e a dicembre 2014 appena 25. So che se raggiunge i 15 dovrei pensare seriamente alla dialisi.
Altri valori :creatinuria urine 24 h 0,58 (v.n.0,80-1.50)
creatinina 1,51 (0,60-1.10)
azotemia 61 (10-50)
urea urine 24 h 11 (20-35)
proteine totali 500 (20-140).
Sono preoccupata e spaventata, è possibile una discesa così repentina e in pochi mesi della clearance? Da che cosa è dovuta? Posso fare qualcosa per fermarla? E mi porterà davvero in tempi brevi alla dialisi?
Grazie per il suo parere, la saluto cordialmente

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Remo Luciani
28% attività
16% attualità
16% socialità
BENEVENTO (BN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
egregia signora,
la presenza di una rapida riduzione della funzione renale,impone una rivalutazione da aprte dei nefrologi della vostra città. Su una situazione di base alterata per la presenza di una verosimile patologia ereditaria,si possono essere instaurata fattori associati quali (disidratazione o effetto tossico di farmaci).Solo una valutazione nefrologica potrà dare le giuste risposte.A Bari esiste una delle migliori nefrologie del nostro paese.Si affidi con fiducia.
un caro saluto
[#2] dopo  
Utente 236XXX

Iscritto dal 2012
Egr. Dr. Luciani, la ringrazio per il tempo e la professionalità che ha voluto dedicarmi. Grazie di cuore, buon lavoro.