Utente 369XXX
Salve a tutti, in data 23.12.2014 mi hanno asportato due nevi atipici sul dorso, e di questi hanno chiesto l'esame istologico.
Uno ha dato risultato negativo, regione lombare.
L'altro, regione dorsale paramediana sinistra, ha dato il seguente referto:

- Referto Macroscopico
Losanga di cute di 2.5x1.2cm con neoformazione di 0.7cm di asse maggiore, brunastra, a margini lievemente sfumati, a superficie liscia, distante 0.3 cm dal margine di resezione più vicino.
Misurazioni eseguite dopo fissazione in formalina.
(A1 atipici; A2-A3 sezioni seriate).

- Referto Microscopico
Proliferazione melanocitaria giunzionale ed in minor misura dermica, dello spessore di 0.36mm, con simmetria conservata, a netta demarcazione laterale, costituita da nidi di varia forma e dimensione, cellulati, con minima tendenza alla crecita pagetoide intraepidermica.
I melanociti sono di media taglia, forma ovalare, con minimo e plurifocale polimorfismo, con nuclei contenenti nucleoli di piccole/medie dimensioni, eosinofili.
Nella componente giunzionale si contano sino a 4 mitosi per mmq, una delle quali atipica.
Lungo la giunzione sono presenti alcuni corpi di Kamino e l'epidermide associata alla proliferazione è lievemente iperplastica.

- Diagnosi Istopatologica
Referto morfologico ed immunofenotipico coerenti con tumore spitzoide adincerto potenziale di malignità.
La lesione giunge a 0.3 cm dal margine di resezione più vicino.
Si suggerisce radicalizzazione.
Eseguite sezioni seriate.
Colorazioni immunoistochimiche eseguite: Antigene Melanocitario (HBM-45); Antigene Melanocitario MART-1 (M2-7C10); Ki67 (MIB1) (<1% nella componente dermica).

Poi ci sono dei codici SNOMED che non so se servono......



Dal chirurgo mi è stata prescritta una visita oncologica, dicendo che mi verrà iniettato un liquido di contrasto per vedere se c'è un linfonodo sentinella, e che eventualmente questo dovrà essere asportato.

Mi chiedo se questa cosa viene fatta sicuro, oppure se verrà eseguita solo la radicalizzazione, cioè non c'è nessun altro esame se non l'asportazione del linfonodo eventuale?
E tutto questo, cosa causa?

Premetto che sono i primi due nevi che tolgo in vita mia, e che mi è stato consigliato di toglierne anche un altro in altra zona.

Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Attilio Leotta
24% attività
16% attualità
12% socialità
LAMEZIA TERME (CZ)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Il ruolo eventuale di una biopsia del linfonodo sentinella in casi difficili come il suo ( lesione dubbia) è attualmente considerato controverso.
Un intervento più allargato andrebbe sicuramente effettuato
[#2] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per la risposta dottore.

Questa mattina sono stato presso l'ambulatorio dell'istituto oncologico dove un suo collega mi ha un pò rassicurato.

A parte che, appena entrato, mi hanno chiesto i vetrini ma io non li avevo con me, e le spiego perchè...ho fatto l'asportazione dei nevi presso un ambulatorio che fa capo ad un ospedale, i miei campioni sono stati mandati lì, il chirurgo mi ha rilasciato solo il referto di cui sopra e ha detto che avrei dovuto fare richiesta dei vetrini.
Io ho chiamato il reparto di anatomia patologica dove sono i miei vetrini, e mi hanno comunicato che personalmente non potevo fare richiesta, ma che doveva farla l'oncologo...ecco che arrivo alla visita senza i vetrini.

Comunque, ho appena richiesto gli stessi, fatto sta che il suo collega oggi mi ha refertato:
"Asportazione in sede dorsale paravertebrale di "tumore spitzoide ad incerta potenzialità di malignità", MRI a 3mm.
Oggi cicatrice consolidata, senza residuo del nevo asportato.
Si richiedono vetrini in consultazione prima di procedere con eventuale radicalizzazione chirurgica a 1/2 cm dalla cicatrice"


Quindi, non è neanche detto che debba radicalizzarlo? Linfonodo sentinella, niente più?
L'eventuale radicalizzazione, comunque, mi è stata prenotata a fine aprile.
[#3] dopo  
Dr. Attilio Leotta
24% attività
16% attualità
12% socialità
LAMEZIA TERME (CZ)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
I vetrini possono essere richiesti dal Paziente che si assume la responsabilità della custodia e della restituzione al Reparto di appartenenza una volta conclusa la consulenza istopatologica e con il referto scritto da parte del Patologo Consulente
Per quanto riguarda la lesione in questione si può pensare ad un intervento più radicale per avere dei margini sicuramente indenni.