Utente 369XXX
Salve a tutti,

vi contatto perchè è da circa un mese che avverto un prurito / formicolio all'indice della mano sinistra, alla metà della terza falange, dalla parte del palmo della mano. Il formicolio si presenta più volte al giorno e non è particolarmente intenso (ma comunque fastidioso), in più qualche volta si estende ad alcuna delle altre dita ed anche leggermente al gomito. Utilizzo il computer molto spesso (da ormai quasi 3 anni tra lavoro e tempo libero lo utilizzo per circa 7/8 ore al giorno) e da più di un anno mi tengo allenato facendo pesi tutti i giorni per circa un'ora. Da 3 giorni ho iniziato ad applicare del ghiaccio sulla mano sinistra per almeno un'ora al giorno ed a fare dei massaggi con l'arnica (come consigliatomi dal farmacista) ed inoltre ho smesso temporaneamente con i pesi e sto cercando di limitare l'utilizzo del computer esclusivamente agli orari di lavoro. L'unica volta che che un formicolio intenso e prolungato (per circa un paio di minuti) si è presentato in un'altra zona del corpo è stato circa una settimana fa quando mi sono svegliato e mi prudeva l'alluce del piede destro: tuttavia il prurito è scomparso in un paio di minuti e non si è più presentato. Volevo semplicemente chiedervi di cosa si può trattare e se mi conviene aspettare una settimana (continuando con il riposo ed il ghiaccio + massaggi) per vedere se il problema scompare oppure se mi conviene prenotare subito una visita.

Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione.

Cordiali saluti,

Mattia

[#1] dopo  
Dr. Federico Tamborini
36% attività
20% attualità
16% socialità
VARESE (VA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

il formicolio (parestesie) che lei avverte potrebbe essere sintomo di una infiammazioni dei tendini flessori delle dita, legato alla postura e alle sue abitudini lavorative, che determina una compressione del nervo mediano al polso.
Le consiglio questo approfondimento: http://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-della-mano/2018-sindrome-tunnel-carpale.html
Se il formicolio non migliora con il riposo le consiglio una visita specialistica di chirurgia della mano ed eventuale elettromiografia degli arti superiori.

Cordialmente,
[#2] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2015
Salve dottore,

innanzitutto la ringrazio per la risposta e per l'attenzione.

Devo dire che negli ultimi giorni la situazione è leggermente migliorata: anche se il formicolio si è trasformato in piccolo dolore (un fastidio diciamo), la frequenza con il quale si presenta è diminuita (circa 2/3 volte al giorno), quindi credo che continuerò con riposo e la pomata consigliatami. Tuttavia, venerdì sono capitate un altro paio di situazioni: mentre ero a lavoro ad un certo punto mi sono sentito un formicolio che partiva dal gomito destro e si prolungava sino al mignolo ed anulare. Il formicolio è scomparso dopo poco che ho smesso di lavorare al computer ed è scomparso per il giorno seguente. Sabato notte invece (forse in questo caso per la posizione nella quale mi sono addormentato, ovvero con entrambe le braccia appoggiate lungo i rispettivi fianchi e le mani unite sopra la pancia) mi sono svegliato con una parestesia che partiva dal gomito e si prolungava fino ad anulare e mignolo, in entrambe le braccia. Tuttavia dopo aver cambiato posizione il formicolio è scomparso e non si è più presentato. Mi consiglia di continuare a monitorare anche questa situazione o magari è stato solo un caso?
[#3] dopo  
Dr. Federico Tamborini
36% attività
20% attualità
16% socialità
VARESE (VA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

il formicolio alle ultime due dita della mano è sintomo di una compressione del nervo ulnare. Tale condizione normalmente migliora con dei tutori notturni dedicati e degli accorgimenti di "igiene posturale".
Le ribadisco il consiglio di una visita con EMG/ENG arti superiori bilaterale.

Cordialmente,